Aste
27 ottobre 2018 | di Paolo Sardi

Bonhams, buoni affari alla Fiera di Padova

L'asta Bonhams “The Padua Auction” ha visto aggiudicati molti degli esemplari proposti. Il top lot è stata una Ferrari 250 GT Serie II Coupé del 1960.

Nonostante l’uscita all’ultimo momento dal lotto delle vetture all’incanto dell’Alfa Romeo 155 GTA, che rappresenta una della one-off più chiacchierata dell’anno, la seconda edizione dell’asta Bonhams “The Padua Auction” che si è svolta sabato 27 ottobre alla Fiera di Padova ha superato per molti versi le aspettative. Il successo è senza dubbio dovuto all’ottima intuizione della Casa d’aste, che ha inserito in catalogo un gran numero di auto con prezzi accessibili, alla portata di varie fasce di collezionisti. Ben 44 dei 58 lotti proposti avevano infatti una stima inferiore ai 100.000 euro e nessuna di loro si avvicinava alla fatidica soglia del milione di euro. Anche l’età media delle vetture era relativamente bassa, appena sopra i 50 anni. Il risultato è stato che è andato aggiudicato il 52,5% degli esemplari presentati, contro il 48% dello scorso anno.

Italia sugli scudi. Tra le principali protagoniste di “The Padua Auction” ci sono state le 25 auto italiane che rappresentavano quasi la metà delle proposte Bonhams. Come era facile prevedere, il top lot è stato la Ferrari 250 GT Serie II Coupé del 1960 che fu di Niccolò de Nora, figlio del fondatore dell’ASA. L’auto è stata aggiudicata a 508.196 euro, più o meno in linea con le stime ma sotto la cifra quasi doppia spuntata recentemente da un esemplare comunque meglio rifinito in Belgio. Si è invece tenuta un po’ sotto le previsioni l’elegante Maserati Sebring Serie II 3700 Vignale del 1965, pur cui sono stati offerti solo 170.000 euro e non è quindi passata di mano. Stesso destino per una stupenda Fiat Abarth 750 Record Monza Bialbero Coupé del 1959, con le offerte in sala che si sono fermate a 104.000 euro. Grande interesse hanno poi suscitato le Alfa Romeo, come spesso accade in questo periodo. Tra le vetture passate di mano si segnalano una 2000 Spider carrozzata Touring del 1960, acquistata a 103.500 euro, e una Giulietta Spider del 1957 con hard top, venduta invece a 75.900 euro.

Auto da star. Una tra le auto straniere più ammirate è stata la Jaguar XK140 SE Roadster 1956 che ebbe come prima proprietaria Anita Ekberg, l’attrice svedese de “La Dolce Vita” di Fellini. Per la scoperta inglese, di cui abbiamo parlato diffusamente sul fascicolo di settembre, i rilanci sono arrivati a 150.000 euro, poco per convincere il venditore a separarsi dall’auto. Notevole apprezzamento ha riscosso anche una rara Citroën DS 21 Décapotable del 1969, venduta dopo una lunga serie di rilanci a 126.500 euro. Quanto infine alle otto Porsche portate da Bonhams alla Fiera di Padova, la platea è apparsa un po’ meno vivace di altre occasioni, con le offerte che si sono per esempio arrestate a 33.000 euro per una 911S 2.7 Targa del 1976 e a 75.000 euro per una 911 Turbo del 1979.

Tutti i prezzi delle vetture vendute all'asta Bonhams di Padova (i prezzi comprendono i diritti d’asta del 15%).

Fiat 500L 1969 6.325 euro;
Alfa Romeo Spider 1300 Junior 1973 16.100 euro;
BMW 320 Cabriolet Bauer 1978 18.400 euro;
Bentley Continental R Coupé 1995 35.650 euro;
Citroën DS 21 Décapotable 1969 126.500 euro;
Rolls Royce Corniche Convertible by Mulliner 1979 37.350 euro;
Fiat Jolly Ghia Beach Car Replica 1970 21.850 euro;
BMW i8 Coupé 2014 (prima ibrida battuta da Bonhams) 56.350 euro;
Fiat Abarth Allemanno Spider 1958 57.500 euro;
Fiat 124 Sport Spider Abarth Rally Stradale 1976 58.650 euro;
Ferrari 348 Spider 1995 59.800 euro;
Motoscafo Alfa Romeo Marea 1949 52.900 euro;
Bentley S3 Saloon 71.300 euro;
Mini Pick-up 1979 13.800 euro;
Austin Mini Countryman Estate 1962 28.750 euro;
Morris Mini Cooper S MKI Radford Sports 1965 41.975 euro;
Ferrari 308 GTS Targa Coupé 1978 51.750 euro.
Mercedes 300 SL Convertible 1987 43.750
Alfa Romeo Giulietta Spider 1957 con hard top 75.900 euro;
Lancia Fulvia Zagato Coupé 1971 39.100 euro;
BMW 635 CSI 1982 17.250 euro;
Porsche 911 Carrera 3.2 Coupé 1987 49.450 euro;
Mercedes-Benz 220S Cabriolet 1957 46.000 euro;
Ferrari 250 GT Serie II Coupé 1960 508.196 euro;
Fiat 1500 Cabriolet Viotti 1937 72.450 euro;
De Tomaso Pantera L Berlinetta 1972 92.000 euro;
Jaguar E-Type Serie I “Flat Floor” 3.8 1961 212.750 euro;
Alfa Romeo 2000 Spider Touring 1960 103.500 euro;
Austin Healey 100 BN1 Roadster 1955 54.050 euro;
Ferrari Mondial Cabriolet 1989 43.125 euro;
Jaguar E-Type Serie 1 3.8 Coupé 1962 120.750 euro.

Condividi
COMMENTI