Auto / Eventi / News
13 febbraio 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

Bugatti Atlantic, il meglio del meglio

La Bugatti Type 57SC Atlantic del 1936, chassis 57374, è stata la prima Type 57 Atlantic prodotta in assoluto e l'unica sopravvissuta delle due “Aéro Coupé” realizzate, molto simili nella meccanica alla concept car Aérolithe. Da giovedì scorso, l'8 febbraio, non è più soltanto considerata la più bella macchina della storia ma è ufficialmente la “migliore fra le migliori” al mondo. Si è aggiudicata infatti il “The Peninsula Classics Best of the Best Award” che riunisce ogni anno otto macchine leggendarie, vincitrici dei più importanti concorsi d'eleganza.

Il premio, lanciato nel 2015 da Sir Michael Kadoorie, presidente di The Hongkong and Shanghai Hotels Limited, si è concluso con una cena di gala al The Peninsula Hotels di Parigi, uno degli alberghi più esclusivi del pianeta. Quest'anno per la prima volta ha fatto parte di Rétromobile, la celebre manifestazione parigina di auto d'epoca giunta alla sua quarantatreesima edizione. In giuria c'erano nomi di spicco del mondo auto per un totale di 24 giurati tra cui Gordon Murray (il progettista della McLaren F1), Chris Bangle (designer prima in Fiat e poi in BMW), Ian Callum (Jaguar), Ian Cameron (Rolls-Royce), Luc Donckerwolke (Hyundai), Fabio Filippini (Pininfarina), Flavio Manzoni (Lancia, Volkswagen e ora responsabile del design Ferrari), Gorden Wagener (Mercedes-Benz) e poi esperti come Lord March, Ralph Lauren, François Melcion, patron di Rétromobile, e ancora Nick Mason, ovvero il batterista dei Pink Floyd, da sempre appassionato di velocità, Adolfo Orsi, Jean Todt e altri.

In 82 anni di storia, l'Atlantic, che ha vinto il concorso Chantilly Arts & Elegance 2017, è passata nelle mani di pochissimi proprietari. Il primo è stato il britannico Nathaniel Mayer Victor Rothschild, terzo barone Rothschild. A Parigi è stata selezionata tra altre magnifiche sette vincitrici del 2017 quali l'Alfa Romeo Giulietta Sprint Speciale Prototipo Bertone del 1957 di Corrado Lopresto, vincitrice del Concorso d’Eleganza Villa d’Este, l'Alfa Romeo 8C 2900B Spider Touring del 1939, che è stata numero uno ad Amelia Island, la Ferrari 212E Cabriolet Vignale del 1951, che si è aggiudicata la coppa Gran Turismo Ferrari del concorso Cavallino Classic, la Lancia Astura Aerodinamica Coupe Castagna 1933/35, vincitrice del Concours d’Elegance Hampton Court Palace, la Ferrari 250 GT Cabriolet Pinin Farina del 1957, prima al Goodwood Cartier Style et Luxe, all'interno del festival of Speed lo scorso giugno, la Mercedes-Benz S Roadster Barker 1929, best in show al Pebble Beach Concours d’Elegance 2017 e, infine, la ATS 2500 GTS Allemano 1964 del concorso The Quail.

Laura Ferriccioli

Condividi
COMMENTI