Aste / Auto / News
15 novembre 2017 | di Redazione Ruoteclassiche

Celebrità a quattro ruote all’asta di Scottsdale

Il prossimo 18 gennaio, Bonhams proporrà una serie di automobili straordinarie che promette di scaldare il cuore dei collezionisti. Ecco quelle che meritano  un'attenzione particolare.

Bisognerà attendere ancora due mesi per il prestigioso appuntamento di Scottsdale (Arizona, Usa). Troppo presto per parlare di stime e prezzi dei lotti in vendita ma, siccome sognare non costa nulla, diamo subito una breve rassegna delle automobili più interessanti.

ORGOGLIO ITALIANO

Si parte nel segno del Cavallino Rampante. Sarà febbre alta per la "mini collezione" di Ferrari firmate Pininfarina, tutte certificate da Ferrari Classiche: quattro le "rosse" disegnate dal carrozziere torinese che andranno all'incanto, tra cui una 246 GTS (versione targa, con tettuccio rimovibile), una 365 GTS/4 (la celebre Daytona Spider), una 275 GTB/4 e una F40. Se la Ferrari più bella è la prossima, parafrasando il "Drake", non possiamo non segnalare la bellissima 308 GTB del 1976 con carrozzeria in vetroresina, numero di telaio 19433. Questo modello, reso celebre dalla serie televisiva statunitense "Magnum, P.I." (il protagonista, interpretato da Tom Selleck, guida una 308 GTS a iniezione), riveste un'importanza particolare nella storia della Casa di Maranello: la 308 è, infatti, la prima berlinetta Ferrari a essere prodotta "in serie", per un totale di oltre 12.000 esemplari. Un'ultima curiosità, legata alla manutenzione particolarmente onerosa della vettura: la sostituzione periodica delle cinghie di distribuzione e servizi prevede lo stacco e il riattacco del motore 8 cilindri. Vi lasciamo immaginare con quali costi...

COME QUELLA DI JAMES DEAN

Alla ricerca di un acquirente anche una splendida Porsche 550 A Spider del 1958, identica a quella appartenuta al celebre attore statunitense, protagonista del film "Gioventù bruciata". Il motore sportivo (4 cilindri boxer di 1,5 litri) e il peso estremamente ridotto (550 kg), la rendevano un incubo anche per le concorrenti più potenti dell'epoca. Moltissime le vittorie che regalò alla Casa di Stoccarda nella seconda metà degli anni 50, sia in circuito sia nelle gare in salita. L'esemplare in questione, ex ufficiale Porsche, ha un passato agonistico di tutto rispetto, con un podio a Le Mans e uno al Nürburgring.

INSTANT CLASSIC DA AGENTE 007

Chiudiamo la nostra "gold list" con una BMW Z8, una due posti secchi da far girare la testa ai collezionisti col gusto per le youngtimer. La sportiva della Casa di Monaco ha un motore 8 cilindri a V da 400 CV  (lo stesso della BMW M5 E39) ed  è una delle più esclusive e affascinanti vetture entrate nella storia del cinema d'azione: James Bond, infatti, la guida nel film "Il mondo non basta" (1999). Ultima curiosità, la roadster bavarese in vendita a Scottsdale è analoga a quella appartenuta a Steve Jobs, tra le protagoniste dell'asta "Icons" di RM Sotheby's prevista per il 6 dicembre.

Alberto Amedeo Isidoro

Condividi
COMMENTI