Regolarità
19 ottobre 2018 | di Redazione Ruoteclassiche

Coppa Franco Mazzotti, domani al via la decima edizione

Dopo il record di oltre 150 iscritti dello scorso anno, che l'ha fatta diventare la terza manifestazione italiana di regolarità classica per numero di partecipanti, l'edizione numero dieci della Coppa Franco Mazzotti si accinge a partire, domani, sabato 20 ottobre.

Si punta a un nuovo primato. La competizione è aperta a un massimo di 185 vetture costruite fino al 1981. In programma, 89 prove cronometrate e 6 prove di navigazione, distribuite sui circa 175 chilometri della prima tappa e i 120 della seconda. Invariate sia la formula della competizione, che si disputa su due giorni, sia le mete fondamentali del percorso, che si snoderà ancora una volta lungo le strade della Franciacorta e del Lago di Garda, con partenza da Brescia e pernottamento a Sirmione.

Due giorni di regolarità classica. Le verifiche tecniche della gara valida per il Challenge Aido Autostoriche cominceranno già dalla serata di venerdì per proseguire nella mattinata del sabato nei pressi del Museo Mille Miglia. Il primo giorno si disputeranno le prime prove cronometrate sui tornanti del castello concludendo la "prova spettacolo" in Piazzale Arnaldo a Brescia. Poi, via alla volta della Franciacorta, con il tradizionale passaggio della carovana presso le dimore natie di Franco Mazzotti, a Chiari, e Aymo Maggi, a Calino. Il pranzo sarà a base del tipico spiedo bresciano, divenuto una sorta di piccola istituzione della gara, e che sarà servito a Gussago.

Chiusura all'Aeroporto Militare di Ghedi. La domenica, dopo il passaggio al Parco Sigurtà di Valeggio sul Mincio, gli equipaggi - moltissimi dei quali provenienti dall'estero - si cimenteranno lungo un suggestivo itinerario tra le Colline Moreniche. Per ricordare le imprese aeronautiche di Franco Mazzotti, caduto in guerra alla cloche del suo aereo, l’arrivo della competizione sarà all’Aeroporto Militare di Ghedi, dove si svolgeranno le prove conclusive che contribuiranno a stilare la classifica finale. il pranzo sarà servito negli hangar dei Tornado del Sesto Stormo, i "Diavoli Rossi". Informazioni qui.

Condividi
COMMENTI