Regolarità
25 March 2019 | di Redazione Ruoteclassiche

Coppa Milano-Sanremo, tre giorni al via

Tre giorni alla partenza dell’undicesima rievocazione storica della Coppa Milano-Sanremo, la gara più antica d’Italia (disputata per la prima volta nel 1906, addirittura prima della Targa Florio) che si correrà dal 28 al 30 marzo.

Lungo un percorso di quasi 700 chilometri, la Coppa Milano-Sanremo si snoderà tra Lombardia, Piemonte e Liguria, per poi terminare nel Principato di Monaco, toccando città e paesaggi dal fascino intramontabile. Il nuovo percorso, rinnovato, attraverserà molti più centri abitati rispetto allo scorso anno. Curiosi e appassionati di città come Vigevano, Alessandria, Aqui Terme, Novi Ligure, Sassello, Finale Ligure, Albenga e Loano, per citarne alcune, potranno così assistere al passaggio delle storiche in gara, tutti modelli costruiti tra il 1906 e il 1976 (e muniti di passaporto Fiva, o di fiche Fia Heritage, o di omologazione Asi, o di fiche Aci Sport, o appartenenti a un registro di marca).

Tanti stranieri. Saranno un’ottantina le vetture in gara, con una nutrita schiera di equipaggi provenienti dall’estero: Germania, Messico, Olanda, Regno Unito, Russia, San Marino e Stati Uniti sono solo alcuni dei paesi d’origine dei concorrenti stranieri in gara.

Dai cordoli dell’Autodromo di Monza al pavé del centro di Milano. La gara prenderà il via giovedì 28 marzo dall’Autodromo di Monza, dove si disputeranno le verifiche tecniche e sportive, i giri liberi in pista e la parata inaugurale delle vetture. Presso l’Autodromo si svolgerà anche un Tribute alla Coppa Milano-Sanremo, un omaggio illustre riservato a un numero limitato vetture di interesse storico, costruite tra il 1906 e il 1976. Dopo un passaggio nel centro di Monza, le auto partiranno alla volta di Milano per l’immancabile défilé nel cuore del Quadrilatero della moda, lungo via Montenapoleone e poi in Piazza del Duomo, dove avverrà la presentazione ufficiale dei concorrenti.

Mari e monti. Venerdì 29 marzo gli equipaggi si presenteranno ai nastri di partenza davanti alla sede storica dell’Automobile Club Milano in Corso Venezia, proprio come accadeva negli anni 50 e 60. La prima giornata terminerà a Rapallo. Sabato 30 marzo sarà il giorno decisivo, con gli equipaggi impegnati nel round finale di prove speciali: da Rapallo le auto si arrampicheranno lungo i tornanti del Passo del Turchino, del Passo del Faiallo, del Colle del Melogno. Poi, light lunch presso lo Yacht Club della Marina di Loano e discesa verso Sanremo, in vista del traguardo nel tardo pomeriggio.

Sulle orme dei campioni. A mettere un ulteriore accento sul lato glamour della corsa, quest’anno, sarà il trasferimento del convoglio a Montecarlo, dove per la serata di domenica è prevista una cena di gala. Va così a rinsaldarsi, nell’anno delle celebrazioni per i 115 anni dell’Automobile Club di Milano, quel ponte immaginario che lega a doppio filo Monza e il Principato di Monaco, entrambi teatri di cultura, passione e storia motoristica e “luoghi di culto” per gli appassionati di motorsport di tutto il mondo. Nell’incantevole cornice del Port Hercule, gli equipaggi saranno accolti nei suggestivi spazi della Monaco Boat Service e sfileranno all’interno dello storico tunnel progettato negli anni ’60 dall’ingegner Carlo Riva.

Ci siamo anche noi. Il nostro equipaggio è pronto a raccontarvi la gara dall’abitacolo di una delle auto più attese, la Mercedes 300 SL “cubana” protagonista su Ruoteclassiche di gennaio. Dopo un lungo restauro, la perla di Cuba, come l’abbiamo definita nel claim in copertina, è pronta a scendere in pista. Non vi resta che seguirci!

Condividi
COMMENTI