Regolarità
06 August 2020 | di Himara Bottini

Gran Premio Nuvolari 2020: prorogate le iscrizioni

Prorogato fino al 31 agosto il termine delle iscrizioni al Gran Premio Nuvolari, gara internazionale di regolarità per auto storiche fabbricate dalle origini fino al 1976. Il fine settimana in cui tenervi liberi è quello dal 17 al 20 settembre 2020.

Arriva una notizia importante dalla Scuderia Mantova Corse: vista la delicata situazione che stiamo vivendo a seguito della pandemia Covid-19, e considerate le numerose richieste di partecipazione al Gran Premio Nuvolari 2020 che continuano ad arrivare in segreteria, il precedente termine delle iscrizioni che era stato fissato per il 31 luglio è stato posticipato al 31 agosto. Avete tempo quindi ancora tutto questo mese per iscrivervi alla XXX° edizione.

30 candeline. Sarà un’edizione davvero speciale quella del Gran Premio Nuvolari 2020, che si svolgerà dal 17 al 20 settembre. La trentesima per l’esattezza da quando Claudio Rossi, Luca Bergamaschi e Marco Marani, soci fondatori della Scuderia Mantova Corse, decisero di rievocare la corsa che celebra il più grande pilota di tutti i tempi. A festeggiare insieme a loro questo importante traguardo, si unisce quest’anno un Official Timekeeper Partner d’eccezione: la casa orologiera svizzera TAG Heuer, da sempre a fianco di importanti eventi legati all’automobilismo sportivo. Confermati anche gli altri consolidati sponsor del Gran Premio Nuvolari, Red Bull e Gruppo Finservice.

Mantova-Rimini-Siena-Rimini-Mantova. Il percorso di questa XXX° edizione ricalcherà le consuete tappe degli ultimi anni, molto apprezzate dai partecipanti e dai tantissimi stranieri che non resistono al fascino del nostro Bel Paese. Venerdì 18 settembre si partirà da Piazza Sordello a Mantova, che nelle ore precedenti la partenza si trasforma in un incredibile museo all’aperto con centinaia di auto storiche in sosta e alla portata di appassionati e curiosi. La prima tappa attraverserà poi le strade dell’Emilia, con sosta pranzo all’Autodromo di Modena, dove si svolgeranno anche alcune prove cronometrate, e proseguirà sulle colline romagnole fino a Cesenatico, per la cena al Grand Hotel Leonardo da Vinci. Il pernottamento invece sarà a Rimini.

Solo per pochi. Quella del sabato è certamente la tappa più impegnativa, che solitamente si aggira intorno alle 12 ore di guida. Una tappa che mette a dura prova sia gli equipaggi sia le storiche signore, ma che regala emozioni e scorci da togliere il fiato, come la partenza dal Parco Fellini di Rimini all’alba, sul mare, o le sfilate per i caratteristici controlli a timbro nelle piazze delle città d’arte della Toscana tra le più belle al mondo: a cominciare da Piazza del Campo a Siena e proseguire con Piazza Grande ad Arezzo. Il percorso condurrà gli equipaggi nelle campagne fiorentine e tra le colline del Chianti, lungo le sinuose strade marchigiane e sulla Strada Statale Adriatica. Fino al rientro a Rimini per sera, con il tradizionale galà in onore di Tazio Nuvolari all’interno del Grand Hotel.

La gara è ancora aperta. L’ultima tappa di domenica vedrà gli equipaggi ripartire da Rimini in direnzione Mantova. Non prima però di aver affrontato le temutissime prove cronometrate di Meldola, di essere passati da Faenza, ospiti della Scuderia di Formula 1 Alpha Tauri, dall’arena di piazza Ariostea a Ferrara, che accoglierà i concorrenti con il consueto entusiasmo, da Borgofranco e Ostiglia. Solo con la sfilata finale in una Piazza Sordello gremita di gente, solo allora piloti e navigatori potranno dire di aver percorso 1.093 km e di aver concluso la XXX° edizione del Gran Premio Nuvolari.

Premure anti Covid-19. Anche al Gran Premio Nuvolari l’organizzazione adotterà protocolli specifici per garantire la sicurezza di tutti i partecipanti e un lineare svolgimento della manifestazione. Potete trovare il dettaglio delle iniziative logistiche anti Covid-19 nella sezione News del sito www.gpnuvolari.it. La Scuderia Mantova Corse ci tiene anche a precisare che se per causa di forza maggiore venisse annullato l’evento, provvederà al rimborso della tassa d’iscrizione.

Condividi
COMMENTI