Grande festa a Napoli per i 60 anni del Gran Premio di Posillipo - Ruoteclassiche
Eventi
25 May 2022 | di Redazione Ruoteclassiche

Grande festa a Napoli per i 60 anni del Gran Premio di Posillipo

A Napoli, sul lungomare Caracciolo, il Concorso d'Eleganza del Casco Azzurro Motor Club ha premiato una Rolls-Royce 20/25.

Sono trascorsi sessant’anni dall’ultima edizione del Gran Premio di Posillipo, una corsa che ha visto darsi battaglia sulle strade napoletane i grandi campioni del passato, da Tazio Nuvolari su Maserati a Willy Mairesse fino a Giancarlo Baghetti e Lorenzo Bandini. La ricorrenza è stata l’occasione per ricordare non solo la spettacolare gara, ma anche per premiare i piloti napoletani che all’epoca si cimentarono sul difficile circuito e per organizzare un concorso di eleganza riservato alle auto storiche.

E così il direttivo del Casco Azzurro Motor Club, associazione composta da ex piloti di auto e appassionati, in poche settimane ha allestito un evento sul lungomare Caracciolo che ha avuto un enorme successo di partecipazione e di pubblico. Il concorso di eleganza ha visto sul gradino più alto del podio – tra le auto da competizione - la Delta S4 del 1985 affidata a suo tempo a Marku Alen e al suo navigatore Kivimaki: il riconoscimento è stato ritirato da Maurizio Zarnolli, il meccanico che curò l’assistenza tecnica per il pilota finlandese.

Il primo premio riservato alle auto anteguerra è andato alla Lancia Artena del 1934 di Teodoro Cotumaccio. E ancora una Lancia, l’Aurelia B24 America dei principi Carlo e Gabriele De Bonis, si è imposta nella categoria Fino al 1965. Vincitrice nella categoria fino al 1995 la Jaguar XJ 220 della collezione Turizio, vettura del 1993 prodotta in soli 281 esemplari.

Infine il Best of Show se l’è aggiudicato la Rolls-Royce 20/25 Sedan carrozzata Hooper del 1933 una delle 16 prodotte e acquistata all’asta da Scudieri. Fuori concorso la regina della giornata, la Maserati 6C34M messa a disposizione degli organizzatori dal Museo Panini di Modena. Nel corso del convegno finale, si sono ripercorse le tappe del Gran Premio di Posillipo alla presenza del presidente Aci, Angelo Sticchi Damiani, e del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, con la premiazione dei piloti campani Ciro e Piero Nappi, Antonio Maglione e Cosimo Turizio.

Testo di Silvio Campione

Condividi
COMMENTI