Eventi / News
26 ottobre 2009 | di Redazione Ruoteclassiche

I TRENI DI PIETRARSA

Compie vent'anni il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa (NA): era stato inaugurato il 7 ottobre 1989, in occasione dei festeggiamenti per i 150 anni dalla nascita della prima ferrovia italiana, la Napoli-Portici, il 3 ottobre 1839. Nelle storiche officine di Pietrarsa per oltre un secolo venne scritta la storia dell'industria ferroviaria italiana. Poi il lento declino, iniziato all'indomani della seconda guerra mondiale, fino all'ultima vaporiera (la GR 640.088) uscita dagli stabilimenti il 2 dicembre del 1975.

Dopo accurati interventi di restauro conservativo, il museo è stato allestito nel Reale Opificio Meccanico, Pirotecnico e per le Locomotive fondato nel 1840 da Ferdinando di Borbone e si sviluppa su un'area di 36 mila metri quadrati, 14 mila dei quali coperti. Nel primo dei suoi sette padiglioni ospita la riproduzione realizzata nel 1939 di uno dei primi convogli italiani, ancora in grado di funzionare, costituito dalla locomotiva Bayard del 1839, il suo tender, un bagagliaio, una carrozza di prima classe e due di terza.

Nei padiglioni B e C, dove in origine si trovavano le caldarerie e i forni, sono esposte numerose carrozze (dall'antico vagone postale "centoporte" alla "littorina"), ma soprattutto la carrozza n. 10 del treno presidenziale, costruita nel 1928 dalla Fiat. Il museo ha festeggiato il 3-4 ottobre i 170 anni della Napoli-Portici.

Condividi
COMMENTI