News
05 March 2021 | di Andrea Zaliani

Il Volkswagen Bulli e il Maggiolino vestono playmobil

Le due icone senza tempo del marchio tedesco diventano originali modellini in miniatura, realizzati con dovizia di particolari dalla playmobil.

L’implacabile scorrere del tempo non scalfisce il fascino di alcuni mezzi iconici, come il Volkswagen Bulli T1 e il Maggiolino. Nel corso degli anni sono stati capaci di affascinare molteplici persone, di varie età. Una peculiarità tutt’ora valida. E come ogni tipo di oggetto cult che si rispetti, la loro storia è stata celebrata in disparate occasioni e modi: dai libri ai poster e decalcomanie, passando per i modellini. L’ultimo omaggio, in ordine cronologico, arriva proprio da quest’ultimo settore. La playmobil, infatti, ha realizzato delle fedeli riproduzioni (in scala) di entrambi.

Volkswagen Bulli T1. La riproduzione del mitico pulmino sfoggia una carrozzeria dalla livrea bicolore, rossa e bianca. La componentistica è replicata in maniera fedele: fanaleria, conformazione dei paraurti e vetratura del parabrezza. Si può perfino aprire il portellone posteriore e dare un’occhiata al motore. Sul tetto non manca poi un portapacchi removibile, sul quale caricare valigie di varie dimensioni. Interessante la possibilità di togliere il tetto, per osservare meglio gl’interni. Un abitacolo particolarmente ricco di dettagli: un tavolo pieghevole con due sedili, un lavandino e un frigorifero. Inoltre, la panchetta posteriore può abbassarsi e convertisti a zona notte, dando vita a un comodo lettone per due. Ancora: le portiere laterali apribili comprendono dei ripiani per il cibo, una mensola e uno specchio. A completare la dotazione una coppia di viaggiatori, pronti a vivere infinite avventure in miniatura.

Un maggiolino per le vacanze. La seconda proposta della playmobil rappresenta invece una famiglia (padre, madre e bambino) attrezzata per andare in vacanza, a bordo del loro maggiolino azzurro. Sul tetto un portapacchi, con valigia e tavola da surf. La dotazione del kit prevede pure una borsa frigo, un ombrellone e dei giocattoli. Proprio come sul T1 il collezionista può aprire il portello per guardare il motore, oppure la capote per osservare l’abitacolo.

Condividi
COMMENTI