Volkswagen

Allegati
20 giugno 2018

Il meglio di Quattroruote: Volkswagen Maggiolino

Redazione Ruoteclassiche
News
26 maggio 2018

26 maggio 1938, il giovedì che cambiò la storia dell'automobile

Oggi, ottant’anni or sono, veniva posta la prima pietra del polo industriale di Wolfsburg. Ad ascoltare il discorso di Adolf Hitler oltre 70.000 persone festanti, 600 ospiti d’onore, 150 giornalisti e ovviamente i vertici del Terzo Reich. Nasceva una nuova città. Bassa Sassonia, Germania: la zona rurale vicino al villaggio di Fallersleben, dominata dal castello medievale di Wolfsburg, è teatro di un evento destinato a cambiare sia la fisionomia del territorio sia la storia dell’automobile. È il 26 maggio del 1938, un giovedì. Il sole splende. Oltre 70.000 persone, lì giunte da ogni angolo della nazione grazie a 28 convogli ferroviari speciali e a centinaia di corriere, assistono alla cerimonia della posa della prima pietra della fabbrica dove sarebbe stata prodotta in grande serie la vettura del popolo progettata da Ferdinand Porsche: la Kdf Wagen, la futura Volkswagen (conosciuta come Maggiolino, nome però assunto ufficialmente solo con il model year 1968). Uno stabilimento, denominato Kdf Stadt, pensato per integrarsi con l’ambiente...
Redazione Ruoteclassiche
Auto
09 aprile 2018

Volkswagen Corrado. È arrivato il suo momento?

Nata mica per caso, la Volkswagen Corrado. Sul finire degli anni 80, in quel di Wolfsburg due dati su tutti fanno drizzare le orecchie ai vertici dell'azienda. Il primo: la Scirocco di seconda generazione, che ha perso gran parte del fascino della prima serie firmata Giugiaro, è sul mercato dal 1981 e, ormai, piace e non piace. Il secondo, di certo più allarmante, è che il segmento delle piccole coupé è ormai battuto in lungo e in largo dai costruttori giapponesi, sempre più competitivi, sempre più agguerriti. È per contrastare l'avvento di modelli come la Toyota Corolla GT-S e la Honda CRX, derivate rispettivamente dalle popolarissime berline compatte Corolla e Civic, che la Volkswagen mette in cantiere il progetto di una nuova sportiva basata sul pianale della Golf. Nasce così la Corrado, nome che deriva dal verbo spagnolo correr ed esprime appunto la vocazione allo scatto e alla velocità. La chiacchiera da bar secondo cui è una "1800 che fila come una 2500", in un amen troverà...
Alberto Amedeo Isidoro
Auto
15 marzo 2018

Cinque youngtimer per studenti appassionati

Le sognate giorno e notte, lo sappiamo. Chi è sensibile al fascino della brutalità teutonica, magari, una Porsche 911 Carrera RS 2.7  - quella con lo spoiler a coda d'anatra, per capirci -, chi invece è più attratto dai sapori esotici e dalla grinta latina, una Ferrari F40. E poi ci sono le Mercedes-Benz, le BMW, le Jaguar. Le classiche auto che non riuscite a smettere di guardare sul poster in cameretta, sopra alla mensola strapiena di modellini. Non fatevi troppe illusioni, preferiamo chiarirlo subito: vetture - a maggior ragione, d'epoca - di questo livello, probabilmente la stragrande maggioranza di voi non le possederà mai. E poco male, forse, perché se siete all'ultimo anno del liceo o studenti in erba all'università, le icone del motorismo storico a sei zeri non vi si confanno proprio. Vi proponiamo allora una lista di classiche molto più alla mano, con cui fare il tragitto casa-università o qualche gita domenicale tra amici o con la fidanzata. Niente supercar quindi, tornate sulla Terra e preparatevi a...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
21 febbraio 2018

Volkswagen Maggiolino, la scossa di Zelectric

"Elettrico" sulle storiche? Qualcuno ci prova: questo il titolo di un articolo apparso lo scorso novembre sul nostro sito, che trattava - appunto - il tema dell’elettrificazione delle storiche. Convertire un’auto d’epoca in ibrida o elettrica, rendendola eco-compatibile e super efficiente dal punto di vista energetico, continua a far storcere il naso alla maggior parte degli appassionati che, per forza di cose, in questo processo vedono un profondo snaturamento dell’oggetto della loro passione. Tra le tante realtà che si sono lanciate a capofitto in questo business,  a meritare un'attenzione particolare è Zelectric Motors, azienda californiana con base a San Diego. "Volevamo coniugare la passione per le Volkswagen e le Porsche del passato - mi riferisco soprattutto ai modelli più iconici, quelli raffreddati ad aria - con le esigenze di una mobilità nuova e sempre più attenta all'efficienza e al risparmio energetico" spiega David Benardo, amministratore delegato di Zelectric. "Così" continua, "nel 2012 abbiamo deciso di dare forma al nostro sogno. Abbiamo creato un team di esperti...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
13 febbraio 2018

Anniversari: vent’anni di New Beetle

Quattro anni dopo il prototipo Concept 1 del 1994, Volkswagen si decise a produrre e vendere la versione definitiva del nuovo Maggiolino prodotta su base Golf. Anticipatore di altre reinterpretazioni come Mini e 500, a vent'anni di distanza ci si può iniziare a domandare se e in quale versione valga la pena tenere questo modello in garage. La storia del New Beetle è nota: la Concept 1 presentata nel lontano 1994 come esercizio di stile raccolse consensi molto più calorosi del previsto, sufficienti a far decidere i freddi teutonici a realizzarne una versione vera, basata sotto pelle sulla Golf coeva dell'epoca (la quarta generazione) attingendo quindi ad una banca organi collaudata. Le linee estetiche del New Beetle non avevano nulla in comune con la Golf, mentre richiamavano dichiaratamente e in modo archetipo il modello del passato. Di profilo, a unire l'auto sono dei semicerchi disegnati col compasso e tra fanali tondi avanti e dietro e aria simpatica. L’effetto nostalgia e...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
03 febbraio 2018

Quando la Passat guardava al futuro

Compie 35 anni la prima Passat familiare a trazione integrale. Era il 1983 e da allora per la Passat Variant 4x4 è stato un susseguirsi di sviluppi tecnologici e di successi commerciali. Inizialmente chiamato Tetra, il sistema di trazione integrale Volkswagen modificò il nome prima in Syncro e successivamente in 4Motion. Nella primavera del 1983, al momento della presentazione, la scelta del nome “Tetra” (che in greco significa quattro) aveva provocato qualche ironia verso una Casa automobilistica che in listino aveva già un modello di nome Jetta. Scongiuri a parte, la Passat Variant Tetra (con differenziale centrale e ripartizione della coppia 50:50) aveva colpito per la qualità della tenuta di strada che il suo sistema di trazione integrale permanente le consentiva di avere sui terreni impervi, soprattutto in curva. All’epoca la formula della station wagon a trazione integrale era ancora una novità assoluta nel settore delle familiari e rappresentava il tentativo da parte delle Case di cercare sbocchi per nuove...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
01 febbraio 2018

Asta di Scottsdale, cinque risultati sopra le righe

Alcuni modelli che hanno ottenuto risultati di vendita record nelle prime aste dell’anno e che potrebbero condizionare le rispettive quotazioni future. Nonostante si sia chiusa con un fatturato inferiore del 5% rispetto allo scorso anno, la settimana di Scottsdale ha dato anche segni positivi sul mercato di inizio 2018. Come abbiamo già pubblicato in un recente servizio, si sono pur sempre vendute 2.668 vetture su 3176 in catalogo: l’84% del totale. Sono cifre impressionanti con le quali non si può certo parlare di crisi. Non tutte le auto più attese sono state aggiudicate alle cifre richieste (guarda la Top Ten); molte altre hanno ottenuto quotazioni superiori alla media degli ultimi mesi e anche anni, risalendo nell’indice di gradimento dei collezionisti. Ma ce ne sono alcune che hanno superato le quotazioni raggiunte fino a oggi e che potrebbero condizionare il mercato dei rispettivi modelli nei prossimi mesi. A iniziare da quella che ha ottenuto il miglior risultato in assoluto tra tutte...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / News
10 gennaio 2017

Ritorno al futuro: si chiama I.D. Buzz il nuovo Bulli

Dopo una serie infinita di proposte del mitico pulmino in chiave moderna la Casa di Wolfsburg questa volta sembra fare sul serio: la concept car presentata in questi giorni al Salone di Detroit dovrebbe andare in produzione entro il 2022. Guardare al futuro con un occhio rivolto al passato è uno slogan che molte Case automobilistiche usano (e abusano) di questi tempi. Ma lo stesso slogan è diventato realtà grazie a Volkswagen. Che, al Salone di Detroit, ha presentato l’ I.D. Buzz, versione futurista e ad alimentazione elettrica del mitico Bulli. Una rivisitazione in chiave moderna del pulmino che ha segnato, mai come nessun’altra vettura, un periodo storico come la rivoluzione giovanile del ’68. Dal furgone originale l’I.D. Buzz riprende le forme simpatiche e tondeggianti, mentre dal Centro ricerca e sviluppo di Wolfsburg arriva la nuova piattaforma Meb su cui lo stesso I.D. Buzz si sviluppa: ha due motori elettrici, uno per asse, che erogano un totale di 374 Cv...
Redazione Ruoteclassiche
Auto / Eventi / News
29 novembre 2016

Milano AutoClassica, un'edizione col botto

Grazie al traino della sontuosa asta Duemila Ruote la prima edizione autunnale di Milano Autoclassica supera il risultato dello scorso marzo. Case ufficiali, musei e istituzioni nazionali, rivenditori, ricambisti e qualche club: è stata un'edizione che ha premiato la qualità delle presenze. Al centro del parterre la straordinaria esposizione delle più significative Lancia di sempre per i 110 anni. L'edizione 2017 si terrà nel mese di novembre. La "Winter Edition" di Milano Autoclassica ha retto l'impegno di una seconda edizione annuale (la prima edizione è andata in scena a fine marzo) in un panorama sempre più ricco di eventi del settore e, soprattutto, a soli trenta giorni dalla tradizionale kermesse di Automotodepoca. Lo scorso weekend oltre 60.000 visitatori, il 18% in più rispetto all'edizione primaverile, hanno visitato i padiglioni di RhoFiera e assistito alla forsennata asta organizzata da RM Auctions (oltre 70 milioni di euro di controvalore complessivo), con 817 lotti battuti per tutto il weekend. Oltre alla formula ("non solo una festa...
Alvise-Marco Seno
Carica altri articoli