Auto / Eventi / News
12 dicembre 2014 | di Redazione Ruoteclassiche

La più grande collezione di Land Rover al mondo diventa un’istituzione

L’inglese Brian Bashall, in forza di un’ineguagliabile passione per le Land Rover, ha creato il più grande supporto per la storia del marchio inglese esistente al mondo. Dal 1968, anno di inizio della sua straordinaria collezione, a oggi, la sua raccolta è arrivata a contare oltre 130 esemplari.

Oggi la Dunsfold Collection di Cranleigh, a sud ovest di Londra, ha raggiunto una tale importanza nell’ambito della cultura automobilistica britannica da aver ricevuto una speciale forma di protezione giuridica, stabilita dal diritto anglosassone, definita Charitable Trust. Ora, infatti, tutto questo patrimonio è stato posto sotto salvaguardia per valorizzare il suo altissimo significato culturale.

Con l’occasione del raggiungimento di questo importante status, è stata lanciata una campagna di raccolta fondi per la creazione di un adeguato “scrigno” dove conservare vetture e materiali ma, soprattutto, garantire la possibilità di visitare il museo. Oggi, infatti, la collezione, conservata in una serie di capannoni, è visitabile solo una volta ogni due anni durante l’Open Weekend dedicato. In quest’occasione, da tutto il mondo vengono da ammirare la più completa collezione Land Rover e Range Rover del pianeta.

La collezione Dunsfold è arrivata a comprendere prototipi, vetture di pre-produzione e pressoché tutti i modelli Land Rover e Range Rover prodotti dalla Casa inglese dal 1948 a oggi. Vi fanno parte anche veicoli militari, esemplari da record, vetture reali, show car e serie speciali. A questa straordinaria e unica collezione si uniscono, inoltre, oltre 2.000 modellini Land Rover e l’archivio Dunsfold, una raccolta smisurata di progetti, materiale promozionale, cataloghi e libretti uso e manutenzione.

Alvise-Marco Seno

TAGS land rover
Condividi
COMMENTI