Eventi / News
26 ottobre 2009 | di Redazione Ruoteclassiche

LANCIA STORY A FOBELLO

È stato inaugurato il 20 settembre a Fobello (VC) il Museo Vincenzo Lancia, voluto dal sodalizio Valsesia Lancia Story e dal Comune che nel 1881 diede i natali al fondatore della Lancia. Si trova al secondo piano del palazzo Giuseppe Lancia, in centro al paese, ed è composto da quattro sale battezzate "Augusta", "Artena", "Astura" e "Aprilia".

La prima sala è dedicata alle origini di Vincenzo: siamo nell'800 e già il nonno possedeva tre negozi a Torino. In seguito il padre, Giuseppe, mise a punto un ingegnoso sistema per la cottura e la conservazione in scatola della carne bovina e vinse l'appalto per la fornitura all'esercito piemontese. Da qui la fama e i primi lauti guadagni. La seconda sala è dedicata al Vincenzo pilota e imprenditore, con foto e documenti sulla Coppa Vanderbilt, il Trofeo Gordon Bennett, il Grand Prix de France ecc. Molto ben realizzato il plastico in scala che riproduce un'area degli stabilimenti Lancia.

Il terzo locale è dedicato ai due capolavori di Vincenzo Lancia: la "Lambda" e l'"Aprilia". Della prima sono esposti un modello in scala della scocca e alcuni particolari di un modello vero. Dell'"Aprilia" sono presenti, invece, un motore completo, foto di versioni fuoriserie, disegni tecnici e alcuni dépliant d'epoca. Ci sono poi un gruppo motorecambio, un cruscotto completo e una calandra della Lancia "Appia", oltre a vario materiale fotografico di camion e autobus Lancia e un modello in legno di un autocarro "3Ro" militare. Sono poi descritte le imprese della "D24" alla Carrera Panamericana con poster, giornali messicani dell'epoca e un modellino in scala del mascherone. Completano l'esposizione cinquanta modelli in scala, dall'"Alfa" alla "Delta".

L'ultima sala è dedicata alla stampa specialistica: tra le riviste, anche le collezioni complete di Quattroruote e Ruoteclassiche. Una chicca è la visione su schermo panoramico del DVD "Bruno Gambarotta racconta Vincenzo Lancia", nel quale il giornalista accompagna lo spettatore nei "luoghi Lancia" di Torino.

Condividi
COMMENTI