News
12 novembre 2007 | di Redazione Ruoteclassiche

LE FERRARI DI FERRARI

Terzo appuntamento, questa volta in libreria, con "Il meglio di Quattroruote". Forse il più ghiotto e affascinante, perché dedicato alle "Ferrari di Ferrari", a detta di molti le più "vere", prodotte fino al 1988, anno della scomparsa del Commendatore.

La formula è la stessa che gli appassionati hanno già potuto apprezzare con le due uscite precedenti della collana, "Fiat 500" e "Alfa Romeo Giulia": prove, confronti, retrospettive, spaccati, schede tecniche, ripresi dalle pagine dei "Quattroruote" dell'epoca e commentati dalla redazione di "Ruoteclassiche", che ne ha curato anche gli "aggiornamenti", con foto e notizie a carattere storico e collezionistico.

Un percorso parallelo a più voci, quindi, che ripercorre la storia dei modelli stradali, a cominciare dalla "330 G.T." del 1964, che Quattroruote decise di acquistare, per evitare di chiederla in prestito a Enzo Ferrari, il quale - con tutta probabilità - l'avrebbe messa a disposizione della redazione prove solo per un giretto turistico con uno dei suoi tecnici. E invece "Quattroruote" non voleva avere condizionamenti di sorta, potendo contare di volta in volta su collaudatori d'eccezione, come Emerson Fittipaldi, Carlos Reutemann, Ivan Capelli.

Non mancherà, però, una sezione dedicata alle corse, Formula 1 e Sport prototipi, che tanto hanno inciso sull'affermazione del Cavallino nel mondo. Appassionati e tifosi del marchio avranno così modo di vedere raccolto in un unico volume di 240 pagine in carta patinata un sapere che altrimenti sarebbe andato "disperso" in chissà quanti fascicoli di rivista, a rischio di occupare interi scaffali della biblioteca. Il tutto al prezzo di 24 euro.

Condividi
COMMENTI