Auto
17 ottobre 2003 | di Redazione Ruoteclassiche

LISCIA O GASSATA?

Aspirata o turbo. Dipende dal piede. Una è tranquilla e godibile, l'altra "arrabbiata" e imprevedibile. Non hanno il motoredietro come la "911", ma la "firma" non si discute. Sono le sportive meglio "griffate" disponibili sul mercato. Snobbarle sarebbe un errore. Perché sono ben costruite e si possono usare tutti i giorni.

La "924" è passata alla storia come un clamoroso errore della Porsche. Non riuscì mai a spiccare il volo e nemmeno oggi, come storica, riesce a volare (per una "924" aspirata bastano solo 2000-2500 euro e 4100-4700 per una "Turbo"). Perché, con un motore anteriore raffreddato ad acqua, non è mai stata considerata una Porsche.

Rispetto alla "911", la linea è più avvolgente e razionale, il frontale presenta fari a scomparsa e paraurti integrati nella carrozzeria, la linea di cintura è alta e sinuosa, la coda è caratterizzata da un ampio e luminoso lunotto con portellone. Esteticamente la "Turbo" si distingue dall'"aspirata" per alcuni particolari, tra cui le prese d'aria aggiuntive su cofano e spoiler, i cerchi a cinque fori, le targhette identificative e, all'interno, battitacco, volante e pomello del cambio.

L'abitacolo è accogliente e moderno, gli strumenti principali sono di fronte al guidatore, mentre quelli secondari sono raccolti nella console centrale; lo spazio davanti è più che adeguato, mentre dietro ci sono due posti di fortuna. Unico neo, l'ingombrante tunnel della trasmissione, conseguenza del cambio montato in blocco col differenziale al retrotreno.

Alla guida, la "Turbo" ha un assetto molto rigido, non certo pensato per il confort. Su fondo irregolare si può scomporre di colpo e allargare bruscamente col retrotreno. Lo sterzo è diretto, ma pesante perché privo di servoassistenza. Dunque la confidenza va concessa solo per gradi. Sui freni, invece, 4 dischi ventilati, si può fare sempre affidamento. I consumi non sono esorbitanti: 8,5-9 km con un litro.

Passando all'"aspirata" (e scendendo da 177 a 125 CV) un po' di delusione è inevitabile, ma 125 CV e 200 orari sono un risultato niente affatto disprezzabile per una "due litri" nata nel '75. È un'auto brillante, ma non certo "cattiva". Il cambio ha un'impostazione turistica, la frizione è sempre pesante, lo sterzo non è troppo diretto, ma è preciso e l'assetto risulta abbastanza morbido. L'impianto frenante dischi-tamburi non è potentissimo, ma è adeguato.

"924 Turbo" (tra parentesi i dati della versione "aspirata")

Motore Anteriore - 4 cilindri in linea - Alesaggio 86,5 mm - Corsa 84,4 mm - Cilindrata 1984 cm³ - Rapporto di compressione 7,5:1 (9,3:1) - Potenza 177 CV Din a 5500 giri/min (125 a 5800) - Coppia 25,5 kgm a 3500 giri/min (16,8 kgm) - Albero a camme in testa - Sovralimentazione mediante turbocompressore KKK (assente) - Iniezione elettronica Bosch "K-Jetronik" - Alternatore 1050 W - Batteria 45 Ah.
Trasmissione Trazione posteriore - Frizione monodisco a secco, comando idraulico - Cambio a 5 marce al retrotreno (4 marce, optional 5ª marcia e automatico a tre marce) - Pneumatici 185/70 VR 15 - 205/55 VR 16 (165 HR 14 o 185/70 HR 14).
Corpo vettura Coupé 2+2 posti, 3 porte - Carrozzeria portante - Sospensione anteriore a ruote indipendenti, molle elicoidali - Sospensione posteriore a ruote indipendenti, bracci obliqui oscillanti, barre di torsione trasversali - Ammortizzatori idraulici telescopici - Barre stabilizzatrici - Quattro freni a disco ventilati (2 dischi, 2 tamburi), con servofreno - Sterzo a cremagliera - Capacità serbatoio carburante 66 litri (62).
Dimensioni e peso Passo 2400 mm - Carreggiata anteriore 1420 mm - Carreggiata posteriore 1390 mm (1370) - Lunghezza 4210 mm (4200) - Larghezza 1680 mm - Altezza 1270 mm - Peso a vuoto 1180 kg (1080 kg).
Prestazioni Velocità 230 km/h (200) - Consumo medio 9,1 litri/100 km (7,7).

TAGS porsche
Condividi
COMMENTI