porsche

Auto
27 agosto 2018

Porsche, rinasce l'ultima 911 Turbo raffreddata ad aria

Con "Project Gold" il dipartimento classic della Casa di Zuffenhausen riporta in vita, a vent'anni di distanza dall'ultimo esemplare, l'ultima 911 Turbo raffreddata ad aria. Una one-off per palati fini che verrà presentata tra un mese esatto alla Porsche Rennsport Reunion di Laguna Seca, in California.  Regalo di compleanno. Per i suoi primi settant'anni, Porsche si è fatta un regalo speciale, costruendo, secondo le specifiche originali, un'esclusiva 911 Turbo della serie 993 (l'ultima con il motore raffreddato ad aria). Il colore è il giallo oro metallizzato della 911 Turbo S Exclusive Series del 2018, modello della produzione attuale in edizione limitata (500 esemplari). Giallo oro sono anche la striscia che orna i cerchi, verniciati di nero, e alcuni dettagli dell'abitacolo, tra cui le cuciture a contrasto dei rivestimenti in pelle dei sedili, della plancia e dei pannelli porta. Da Stoccarda a Laguna Seca. Partendo da una scocca 993, gli esperti del dipartimento classic del marchio hanno saputo unire con maestria...
Alberto Amedeo Isidoro
Aste
23 agosto 2018

Monterey: la Porsche 959 sinistrata venduta sotto la stima

La Casa d'aste statunitense Mecum Auctions propone all'incanto di Monterey una Porsche 959 incidentata, ma marciante. La bagarre in sala è assicurata... Icona per palati fini. Non ha certo bisogno di presentazioni: assieme all'eterna rivale Ferrari F40, la 959 è la supercar a tiratura limitata per eccellenza degli anni 80. Tra le caratteristiche tecniche più significative, il raffinato sistema di sovralimentazione (con due turbocompressori  che lavorano a cascata, entrambi dotati di intercooler), le sospensioni a quadrilateri con doppi ammortizzatori a controllo elettronico e la trazione integrale permanente, un'innovazione  a tutto vantaggio della sicurezza di guida che Porsche trasferirà sulle 911 a partire dalle serie 964. Per comprarla, negli anni 80, servivano ben 400.000 DM (oltre 300 milioni di lire). Oggi, una 959 in condizioni da concorso può valere più di 1.000.000 di euro. L'esemplare all'asta. E per un esemplare incidentato? Molto meno. È il caso della vettura proposta da Mecum Auctions all'incanto californiano di Monterey, in programma da oggi fino a...
Alberto Amedeo Isidoro
Aste
08 agosto 2018

Aste, la prima volta di una Porsche RS Spyder

Il libro dei sogni rappresentato dai cataloghi delle Case d’asta presenti a Pebble Beach ha un capitolo che gli appassionati di Porsche stanno consumando con gli occhi. Nell’asta di Gooding&Co. andrà infatti in vendita per la prima volta nella storia di questo modello una Porsche Type 9R6, più comunemente nota come RS Spyder. Un nome che evoca gli Anni 50 della leggendaria 550 Spyder. Ritorno di fuoco. La 9R6 segna il ritorno di Porsche nelle gare prototipi a sette anni la vittoria alla 24 Ore di Le Mans del 1998 con la 911 GT1. La Casa di Zuffenhausen la costruì per gareggiare tra le vetture Le Mans Prototype Class 2 (LMP2) e successivamente anche nella Le Mans Series (LMS). L’enorme successo sportivo ottenuto in quegli anni convinse poi la Porsche a sviluppare una vettura LMP1: la 919 Hybrid. Il debutto della prima RS Spyder avvenne nel giugno 2005. Aveva il telaio monoscocca in fibra di carbonio e materiali compositi Kevlar,...
Gilberto Milano
Auto
17 luglio 2018

Porsche 911, che aria tira?

Abbastanza buona se dovete venderne una, nonostante la leggera flessione delle quotazioni che sta interessando quasi tutti i modelli raffreddati ad aria. A parti invertite fare l'affare è ancora difficile, ma strappare un prezzo congruo, se sapete come muovervi, non è impossibile. Vi consigliamo quindi come tastare il polso del mercato e andare a colpo sicuro sull'esemplare che più fa al caso vostro. Una famiglia numerosa, dove si somigliano un po' tutte. Ai non addetti ai lavori la 911 sembra sempre la stessa, ma anche a chi è del settore  succede, talvolta, di abbandonarsi a facili ironie. A tal proposito, i fan di TopGear ricorderanno senz'altro il primo contatto del presentatore Jeremy Clarkson con la serie 997, il secondo modello della sportiva di Zuffenhausen raffreddato a liquido. "Sarebbe la nuova 911? Ma non è questa?", si lasciò scappare con una punta di sarcasmo indicando la precedente 996, che in quella puntata faceva il paio con la nuova nata per un...
Alberto Amedeo Isidoro
Auto
12 luglio 2018

Singer DLS, la più incredibile delle Porsche 911

Il noto restauratore americano ha finalmente tolto i veli alla sua ultima realizzazione, e ha scelto il Goodwood Festival of Speed per farlo. Denominata ufficialmente “DLS”, che sta per “Dynamics and Lightweighting Study”, questa opera d’arte costruita su base Porsche 911 (nello specifico una 964 del 1990) rappresenta la massima espressione di Singer Vehicle Design nella ricerca della perfezione raffreddata ad aria, andando ben oltre i suoi restauri “classici”, che hanno recentemente passato i 100 esemplari (e che, specifichiamo, continueranno a coesistere insieme alla DLS). Quel tale di nome Mezger... Progettata quasi interamente in collaborazione con Williams Advanced Engineering (sì, è proprio quella Williams lì), la DLS è dotata di un motore boxer a sei cilindri di 4.0 litri, con valvole in titanio e doppio albero a camme in testa: con lo zampino di un certo Sig. Mezger, padre spirituale di tantissimi motori Porsche, può girare fino a 9000 giri erogando la bellezza di 500 cavalli. Corpi farfallati ispirati dalla...
Redazione Ruoteclassiche
Auto
19 giugno 2018

La storia della livrea rosa della Porsche (con la quale finalmente ha vinto)

Luca Pezzoni
Eventi
13 giugno 2018

70 anni Porsche: i prossimi appuntamenti ufficiali

Il marchio sportivo tedesco ha dato il via alle celebrazioni per i suoi 70 anni di storia. E non c'è solo la 911 Speedster Concept da 500 cavalli... ecco il programma di eventi nel mondo che coprirà tutto il 2018 Lo scorso 8 giugno la Casa di Stoccarda ha festeggiato 70 anni ricordando quella fondamentale pietra miliare della sua storia: lo stesso giorno di quell’ormai lontano 1948 la 356 n.1, una razionale roadster biposto con motore posteriore-centrale, un piccolo 4 cilindri boxer di 1,1 litri ripreso tout court dal Maggiolino della Volkswagen, riceveva il numero di targa dello stato austriaco (compartimento della Carinzia) K45-286. Quella”piccola/grande automobile”, frutto del genio ingegneristico di Ferdinand Porsche, nata in una segheria a Gmund in un clima di grande ristrettezza post-bellica, ha dimostrato la concretezza del progetto del Prof. Porsche, che seppe capitalizzare, dopo gli anni della grandeur nazista in cui poté progettare le auto più sensazionali a budget illimitati secondo l’obbiettivo di una “Grande...
Alvise-Marco Seno
Garage Band
11 giugno 2018

Guidare una Porsche 911 Carrera Cabriolet, ma piano...

Mentre guida, piano, fra i boulevard parigini, Fabio Concato ha qualcosa dentro il cuore. Parigi è sempre stata la città preferita dagli intellettuali per ritrovarsi e dare un senso alle proprie esistenze. Il cantautore milanese non fa eccezione, ma che mistero, non sa neanche dove andare, ma lontano, perché c’è tanto sole… Se lo può permettere: il suo album di quell’anno, “Fabio Concato”, ne consacra il successo nelle classifiche italiane.  I video degli anni '80. Certo che guidare piano al volante di una Porsche 911 Carrera 3.2 Cabrio bianca è un controsenso, ma il concetto intrinseco di lusso sta nel concedersi qualcosa di prezioso e inutile. “Guido piano” sembra un barn find, nel senso che l’Ampex originale sembra essere stato ritrovato in uno scatolone abbandonato in chissà quale archivio, tanto la qualità risulta deteriorata. Pur sfocate, le immagini un po’ brumose e la musica ci riportano al mondo sentimentale di un cantautore che sembra cristallizzato agli anni Ottanta. Immagini...
Paolo Sormani
Eventi
09 giugno 2018

Parco Valentino, notte al Castello per i 70 anni della Porsche

I settant'anni della Porsche, la città della Mole li ha festeggiati al Castello del Valentino. Un palcoscenico, quello dell'elegante residenza sabauda, che ha valorizzato al meglio i capolavori di un marchio entrato nella leggenda per i successi ottenuti sui circuiti di tutto il mondo. Tante sopravvissute. Anche sulle strade di tutto il mondo, quelle di tutti i giorni. Basti pensare che grossomodo il 70% delle Porsche costruite dal 1948 a oggi "girano" ancora e buona parte del parco circolante (più del 40%) è composto da modelli Classic. Non è un caso che, con decine e decine di anni e - spesso e volentieri - di migliaia di chilometri sul groppone, le classiche della Cavallina di Stoccarda restino tra le auto d'epoca più affidabili e ricercate dai collezionisti in ogni angolo del pianeta. Selezionatissime. Una questione di qualità costruttiva dunque, oltre che di bellezza e prestazioni. Ieri sera, per celebrare al meglio i settant'anni della marca, al Salone dell'Automobile di Torino...
Alberto Amedeo Isidoro
News
10 maggio 2018

[Compleanni] 75 candeline per Wolfgang Porsche

Nato a Stoccarda il 10 aprile del 1943, Wolfgang Porsche è l’ultimo dei figli di Dorothea e Ferry Porsche, per intenderci l’uomo che diede vita, agli albori degli anni Sessanta, alle forme della 911. Depositario del patrimonio storico e della tradizione del marchio di Zuffenhausen, da quarant’anni siede nel consiglio di amministrazione della Porsche. “Wolfgang è l’uomo con cui gli addetti ai lavori e gli appassionati di tutto il mondo identificano il nostro marchio”, ha detto Oliver Blume, presidente del consiglio di amministrazione, che aggiunge: “È davvero difficile trovare le parole giuste per esprimere la stima e l’ammirazione che proviamo nei suoi confronti”. Nel corso della sua lunga carriera sotto il segno della Giumenta bianca di Stoccarda, il manager tedesco ha dato un contributo importante al riassetto dell’azienda iniziato nel 1992 e, in tempi più recenti, ha pianificato e seguito il lancio di Boxster, Cayenne, Panamera e Macan. Oggi Wolfgang si divide tra Salisburgo e la cittadina medioevale di Zem al...
Redazione Ruoteclassiche
Carica altri articoli