Auto / Club / News
17 luglio 2014 | di Redazione Ruoteclassiche

Maxi raduno per i quarant’anni dell’Alfetta GT

“Era quasi inevitabile che dall’Alfetta, la berlina di maggior successo in assoluto, derivasse una coupé sportiva degna della tradizione Alfa Romeo”. Così Quattroruote, nel giugno del 1974, presentava le prime impressioni di guida della nuova coupé di Arese. Motore bialbero 1800 cm³ da 122 CV, sportiva ma con quattro posti comodi, l’Alfetta GT resterà in produzione fino al 1987 ed è un modello ancora oggi apprezzato tra gli appassionati del Biscione, anche all’estero.

Per celebrare il suo quarantesimo compleanno l’Alfa Romeo Club Milano e Aroc Alfissima hanno organizzato, il 12 luglio, un raduno che non poteva non fare tappa all'Italdesign, dove Giorgetto Giugiaro ne definì le linee nel 1968. Oltre un centinaio i partecipanti all’evento, tra i quali il direttore dello Stile dell’Italdesign, Wolfgang Egger, già responsabile del Centro Stile Alfa Romeo. A raccontare gli aneddoti e le storie sportive dell’Alfetta GT c’erano anche Amilcare Ballestrieri e Mauro Pregliasco, piloti ufficiali dell’Autodelta.

Tanti gli ex dipendenti e i dirigenti della Casa presenti alla rievocazione: tra questi, Pasquale Oliveri, ex vice presidente del marchio Alfa Romeo, e Zbigniew Maurer, per oltre 25 anni designer del Centro Stile Alfa Romeo. Durante l’evento è stata replicata la presentazione dell’epoca: il velo si è alzato su un esemplare del 1974 color faggio, di proprietà del collezionista Axel Marx. La manifestazione si è poi spostata sul colle della Maddalena, dove la carovana di vetture si è cimentata su un percorso che ha messo in risalto le doti di guida della sportiva, quarantenne ancora brillante.

TAGS Alfa Romeo
Condividi
COMMENTI