Eventi
22 November 2019 | di Andrea Zaliani

Milano AutoClassica: i Musei Ferrari celebrano i 90 anni della Scuderia

In occasione dei 90 anni della Scuderia Ferrari, alla nona edizione di Milano AutoClassica, i Musei Ferrari espongono tre “regine” nella hall della kermesse

L’esclusivo parterre è capitanato dall’auto costruita dalla neonata Casa di Maranello nel 1947: la Ferrari 125 S. Prodotta in soli due esemplari, fu il primo modello con il marchio del Cavallino Rampante. Con un motore 12 cilindri progettato da Gioachino Colombo, la 125 Sport conquistò la prima vittoria a maggio dello stesso anno, con Franco Cortese al Gran Premio di Roma alle Terme di Caracalla.

Nel segno di Schumacher. Al suo fianco la Ferrari 250 GT Berlinetta “passo corto”, disegnata da Pininfarina e presentata per la prima volta al Salone di Parigi del 1959. Prodotta fino al 1962 s’impose in varie competizioni come, per esempio, nel Tour de France Automobile e nella classe GT alla 24 Ore di Le Mans. Il terzetto è poi completato dalla F2002, una monoposto che vanta risultati di prim’ordine: 15 vittorie su 17 Gran Premi disputati, 9 doppiette e 10 pole position. In quell’anno (il 2002) i giochi si chiudevano già a Magny Cours per il mondiale Piloti, con il quinto titolo per Schumacher, e a Budapest per il mondiale Costruttori.

Uno sguardo al futuro. Allo stand dei Musei Ferrari si può inoltre ammirare anche la Monza SP1 del 2018, la versione monoposto di una barchetta (lunga 466 cm e alta 116), che strizza l’occhio alle mitiche sportive Ferrari degli anni ’50, capaci di vincere in pista e affascinare per la loro linea. L’originale sportiva rappresenta la capostipite di un inedito concept, denominato ‘Icona’, che rappresenta un nuovo segmento di serie speciali.

Condividi
COMMENTI