Eventi
23 novembre 2018 | di Alberto Amedeo Isidoro

Milano AutoClassica, le dieci Alfa da comprare

Abbiamo setacciato i padiglioni di Milano AutoClassica in cerca di dieci Alfa Romeo storiche a buon mercato. Alta la qualità dei modelli proposti. Prezzi così così.

“Fare l’affare”, nelle fiere di settore, non è mai facile per almeno un paio di ragioni. Il livello medio delle auto offerte, innanzitutto, è generalmente molto alto, soprattutto in una vetrina esclusiva come quella di Milano AutoClassica: naturale quindi che le richieste siano sensibilmente più alte rispetto alle quotazioni di riferimento. Poi ci sono da sostenere i costi di trasporto delle auto (c’è chi arriva anche da molto lontano) e le spese della fiera, due aspetti che spingono i commercianti a ritoccare verso l’alto i prezzi.

Se poi si cerca un’Alfa Romeo, visto il grande appeal dei modelli del Biscione tra i collezionisti, le cose si complicano ulteriormente. Girando gli stand di operatori del settore e privati col piglio giusto, però, siamo riusciti a trovare dieci Alfa che, secondo noi, vale la pena di valutare.

  1. Alfa Romeo 2600 Sprint (1965). È una delle coupé più eleganti del suo tempo, che al fascino della carrozzeria firmata da Giorgetto Giugiaro per Bertone unisce il prestigio del motore a sei cilindri. Un grande classico, a un grande prezzo: 60.000 euro trattabili.
  2. Giulia Nuova Super 1.3 (1977). Non sarà la Giulia preferita dai collezionisti, ma il suo bialbero mette d’accordo tutti. Coi prezzi letteralmente schizzati alle stelle, 15.300 euro trattabili per l’esemplare blu che abbiamo individuato ci sembrano una richiesta ragionevole.
  3. Alfa Romeo Giulietta Spider (1961). Americana, completamente da ripristinare ma completa in tutte le sue parti, con hard top originale. Il commerciante olandese Steutel ha esposto un prezzo di 29.000 euro.
  4. Alfa Romeo Spider 2.0 (1993). Sempre allo stand di Steutel è proposta in vendita un’interessante Spider quarta serie argento metallizzato. Ben conservata e con solo 87.500 chilometri, costa 15.500 euro.
  5. Alfa Romeo 75 1.6 IE (1992). L’ultima grande berlina a trazione posteriore del Biscione (prima dell’avvento della nuova Giulia) con motore 1.6 a iniezione elettronica. Splendidamente conservata, è offerta a 5800 euro.
  6. Alfa Romeo Alfetta 1.8 (1979). Per gli alfisti è una “prima serie e mezzo”, coi rostri sui paraurti in gomma nera. Ben riverniciata e con un interno in condizioni da concorso. La richiesta è di 12.000 euro.
  7. Alfa Romeo Giulia Spider (1968). Bell’esemplare con targa nera “Roma”, completamente originale eccezion fatta per i cerchi, che dovrebbero su questo modello dovrebbero essere gli stessi della Giuletta. La richiesta è di 68.000 euro.
  8. Alfa Romeo GTV (2004). Tra le youngtimer, nonostante sia la versione con lo scudetto ristilizzato, resta una una delle più interessanti. Sarà d’interesse storico tra sei anni, ma potrebbe valer la pena metterla in garage già adesso. La richiesta è di 7500 euro.
  9. Alfa Romeo Giulia 1300 (1964). Completamente restaurata, è una delle primissime serie, cambio a quattro marce. Splendido il colore acqua di fonte. La richiesta è di 18.800 euro.
  10. Alfa Romeo 2000 berlina (1972). Una Giulia extra-large con un cuore da purosangue sportiva. L’esemplare che vi segnaliamo ha avuto un solo proprietario ed è perfettamente conservato. Un’ “occasione” assicura la scritta sul parabrezza, ma il prezzo è su richiesta.

Condividi
COMMENTI