Regolarità
04 marzo 2019 | di Alberto Amedeo Isidoro

Mille Miglia, a Ginevra presentata l’edizione 2019

A Ginevra si è appena conclusa la conferenza stampa di presentazione della trentasettesima edizione della Mille Miglia rievocativa, che si disputerà dal 15 al 18 maggio.

Il tour di presentazione della Mille Miglia fa tappa anche a Ginevra, nell'elegante cornice di Villa Sarasin, proprio nel giorno in cui il Salone dell'Auto ha visto assegnare il premio di Car of the Year alla suv elettrica Jaguar i-Pace, prima auto del Giaguaro interamente a batterie.

Le elette del 2019. Tutt'altro tipo di vetture infiammerà gli appassionati il prossimo maggio. Sul sito della corsa, intanto, è già disponibile l'elenco provvisorio delle storiche ammesse. Una buona parte di esse ha preso parte a una o più edizioni della gara di velocità andata in scena 24 volte nel trentennio 1927-57.

Si giocherà Italia-Germania. I marchi più rappresentati in questa Mille Miglia saranno Alfa Romeo (automotive sponsor, presente con equipaggi ufficiali della collezione di FCA Heritage e con collezionisti privati) e Mercedes-Benz, anch'essa partner automobilistico che schiera ai nastri di partenza ben otto 300 SL "ali di gabbiano".

Tutte le novità. La ricetta che, tra edizioni di velocità e rievocazioni storiche, da 91 anni a questa parte ha fatto della Mille Miglia la "corsa più bella del mondo", non subisce particolari variazioni. Qualche accorgimento, semmai, volto a selezionare ancora più severamente le vetture "eleggibili" e a offrire un livello ancora maggiore di sicurezza e assistenza. Decisivo in tal senso il ruolo del Registro 1000 Miglia che, spiega il consulente storico di 1000 Miglia Srl Paolo Mazzetti, "si occuperà di censire, classificare e certificare le vetture per scongiurare il rischio di ammettere alla corsa auto non originali". L'iscrizione al Registro sarà, a partire dal 2020, una condicio sine qua non: non sarà infatti possibile prendere parte alla gara senza aver prima registrato la propria vettura. Annunciate alcune variazioni di percorso (con partenza il 15 maggio): rispetto allo scorso anno, si rinuncerà a qualche passerella cittadina in favore di una serie di passaggi lungolago nella zona di Desenzano del Garda. Tappe fondamentali saranno Cervia, Milano Marittima, Roma e Bologna, con rientro a Brescia il 18 maggio. Le vetture ammesse saranno 430, 20 in meno rispetto all'edizione 2018.

Iscrizioni sul sito della manifestazione. Accanto all'iscrizione tradizionale (8.000 euro + Iva), debuttano la quota Gold (10.000 euro + Iva, comprensiva di ospitalità per sei notti, dotazioni esclusive per i conduttori e pre check-in negli alberghi) e quella Platinum (al costo di 50.000 euro + Iva, con partecipazione in formula Guest Car). Quest'ultima prevede, oltre all'ospitalità fino a un massimo di sei concorrenti, alle dotazioni per i driver e al pre check-in negli hotel, anche l'accettazione automatica della vettura previa iscrizione al Registro.

Condividi
COMMENTI