Eventi
17 August 2019 | di Laura Ferriccioli

Monterey Car Week 2019: il paradiso delle auto da collezione

Sta per volgere al termine la Monterey Car Week, con gli eventi conclusivi più importanti e l'atteso Pebble Beach Concours d'Elegance in programma domani

A partire dal 9 agosto, sono tanti i concorsi d'eleganza in varie località della Penisola di Monterey che hanno già fatto lustrare gli occhi al pubblico, in attesa del botto finale di domani con il Pebble Beach Concours d'Elegance, uno dei più celebri concorsi al mondo e momento clou dell'intera Monterey Car Week. Il primo contest è stato quello del Concours a Pasadera, nella giornata d'inizio della kermesse, seguito martedì scorso dal Concours on the Avenue, che si è svolto con 175 veicoli d'eccezione e un Best of Show mozzafiato: la O.S.C.A. del 1952 MT4 1100 Vignale, applaudita dalla folla in Ocean Avenue. Con la sua carrozzeria spettacolare, disegnata da Giovanni Michelotti per Le Mans – dove ha vinto nel 1953 il primo premio di classe e il 17 posto assoluto –, la berlinetta al concorso statunitense di quest'anno si è aggiudicata anche il trofeo The Spirit of 1000 Miglia.

Omaggi nazionali. A proposito di Italia, ci sarà una competizione in cui verranno celebrate in esclusiva le creazioni automobilistiche del Belpaese: Concorso Italiano (vedi articolo dedicato), in programma oggi. Intanto, tra le varie competizioni, ce n'è stata anche una riservata a sole auto tedesche, Legends of the Autobahn, e una di charity, il Carmel Mission Classic, vinto da una Mercedes-Benz 500K Special Roadster del 1936.

Bellezze in azione. Lunedì notte (ora italiana) dal famoso campo da golf sulla spiaggia di Pebble Beach verrà annunciato al mondo il best of show del Pebble Beach Concours d'Elegance 2019, preceduto l'anno scorso dalla Berlinetta 8C 2900 Lungo del 1937 che si è aggiudicata anche il primo posto al Concorso d'Eleganza di Villa d'Este 2019, oltre alla Coppa d'Oro e al primo premio della sua categoria. Intanto nella giornata del 15 le meraviglie in gara di quest'anno si sono lasciate ammirare anche in movimento durante il Pebble Beach Tour d'Elegance, che si è svolto nella mattinata e ha costituito una vera e propria prova per le partecipanti all'interno del contest.

The Italian Miura. Il Concorso, nato nel 1950, in questa 59esima edizione presenta anche cinque Miura. Fra loro, nell'anno in cui il film “The Italian job” compie cinquant'anni, c'è anche la P 400 del 1968, di proprietà della Kaiser Collection (telaio 3586), vista nell'indimenticabile scena iniziale fra le curve del Gran San Bernardo con l'attore Rossano Brazzi alla guida. Altre due sono le P 400 in esposizione, entrambe dagli Stati Uniti: la prima, telaio n. 3303, è stata commissionata nel 1968 con un paraurti anteriore cromato e un volante speciale dallo Scià di Persia Mohammad Reza Pahlavi, che l'ha portata nella sua casa di montagna a St. Moritz e l'ha poi venduta poco prima della sua cacciata, durante la rivoluzione iraniana del 1979. L'altra P 400, del 1967, è il 22esimo esemplare tra i 25 della serie di produzione originale. È stata acquistata in origine dal pilota svizzero Karl Foitek ed è stata ceduta nel 1972 a John Middleton di Lake Forest, Illinois, che ne è rimasto proprietario per i successivi 40 anni. L'attuale proprietario l’ha acquistata nell’ottobre del 2018 ed è il quarto in ordine di successione.

Anniversari e tributi al top. Due i centenari illustri celebrati quest'anno, legati ai nomi di Bentley e Zagato, con rassegne mirate per tutta la durata della manifestazione e due classi speciali del Concorso. Altra categoria creata apposta per questa edizione è poi quella di Bugatti Grand Prix & Touring, mentre a una serie di Hot Rod storiche è dedicata un'altra sezione a parte. Il pubblico della Monterey Car Week può deliziarsi anche con la vista di alcune vetture prettamente cinematografiche, in arrivo dal Peterson Automotive Museum di Los Angeles, come ad esempio la DeLorean di “Ritorno al futuro” e la Batmobile del 1989 di “Batman”. Tra la miriade di show, mostre, corse ed eventi nell'evento che caratterizzano la kermesse si distingue, infine, il 22esimo Annual Ferrari Social at the Barnyard, un grande raduno con la partecipazione del Ferrari Owners Club in programma nel pomeriggio di sabato 17.

Condividi
COMMENTI