Auto / Club / News
08 maggio 2014 | di Redazione Ruoteclassiche

Mustang 50th Birthday Celebration

Successo oltre ogni aspettativa per la manifestazione che lo scorso weekend ha festeggiato il primo mezzo secolo di vita della muscle car americana.

Sold out. Tutto esaurito sabato e domenica scorsi per il raduno Mustang del Garda. Nemmeno le pessime previsioni meteo del ponte del 1° maggio hanno scoraggiato i partecipanti, che dopo essersi concentrati in quattro differenti città (Torino, Como, Modena e Bolzano) sono confluiti su Verona per la cena sociale, per poi spostarsi il giorno dopo a Garda, dove 180 Mustang di ogni epoca sono rimaste esposte tutto il giorno sul lungolago. La splendida giornata di sole di domenica ha così premiato i partecipanti al meeting regalando loro un bagno di folla inconsueto per un’auto che non è nemmeno importata in Italia e che anche se esibisce un cavallino sulla calandra non è costruita a Maranello.

Per il 50th Birthday Celebration (l’inglese è d’obbligo) i proprietari di Mustang sono arrivati da tutta Europa, prevalentemente dalla Germania e dalla Francia ma persino dalla Bulgaria, consegnando alla storia questo raduno sia per numero di partecipanti sia per la qualità delle vetture storiche presenti. Una partecipazione che ha colto di sorpresa anche i dirigenti del Mustang Club of Italy, costretti a chiudere le iscrizioni a quota 200 per evitare sicuri problemi di gestione di una comitiva ancora più numerosa. E bene ha fatto anche la Ford Italia, a scegliere questo evento per presentare la nuova Mustang, in arrivo ufficialmente in Italia a partire dalla prossima primavera.

Tra le Mustang storiche molto ampia la partecipazione di Coupé, Cabrio e Fastback di fine Anni 60, le più belle e le più ammirate tra le presenti. Molte delle quali in ottimo stato di conservazione e numerose altre restaurate a regola d’arte. Snobbata fino a pochi anni fa, la prima delle muscle car americane è oggi molto cresciuta dal punto di vista storico. Soprattutto tra i giovani, che guardano con grande interesse a lei come a un'icona della cultura pop americana ancora accessibile. Un’auto bella esteticamente e appagante anche nelle prestazioni. Tanto che tra i presenti erano molti i giovani a cavallo tra i 20 e i 30 anni.

Gilberto Milano

TAGS ford
Condividi
COMMENTI