Eventi
24 giugno 2019 | di Redazione Ruoteclassiche

Panda a Pandino, al castello è record: 695 Fiat Panda

Si è concluso ieri al castello visconteo di Pandino il terzo raduno mondiale dedicato alla Fiat Panda e ai suoi fan. Accorsi in più di cinquemila per assistere a una sfilata senza precedenti

Numeri da record quelli del terzo raduno mondiale a Pandino, in provincia di Cremona. Il pacifico assedio della roccaforte viscontea ha visto uno spiegamento di forze "pandiste" senza precedenti: tra storiche, youngtimer e moderne, di Panda ce n'erano 695. Più del doppio rispetto allo scorso anno, quando già erano sembrate un'infinità.

A ritmo di Panda. Così tante da costringere gli organizzatori a estendere l’area espositiva e di parcheggio anche all’esterno del castello. Provenienti dall'Italia e dall'estero (più di trenta macchine arrivavano da otto diversi paesi europei), le Panda sono state protagoniste di una "due giorni" all'insegna del divertimento. Accanto al maxi-raduno della city-car più amata dagli italiani, nella giornata inaugurale di sabato si sono esibiti, nell'ordine, il deejay Danny Ores, Kappa Voice e lo youtuber Alessandro Bosio.

La spedizione dei cinquemila. Il raduno vero e proprio, con l'invasione record delle Panda, si è svolto domenica. Impressionante il numero dei partecipanti che i ragazzi della Consulta dei Giovani di Pandino e gli uomini delle associazioni del territorio hanno dovuto gestire: più di cinquemila tra radunisti, giornalisti, fotografi, appassionati o semplici curiosi.

Madeleine per tutti! Tra le apripista più paparazzate dai fotografi la Panda Top Ten, la Italia 90, la Elettra, versione a zero emissioni dell'inossidabile "Pandino", e la Panda ambulanza 4x4, allestita su richiesta della Croce Rossa Italiana dalla carrozzeria Boneschi per prestare soccorso nelle zone più impervie. Mascotte del corteo che ha colorato le strade di Pandino, la “Panda Up” grigio chiaro di Maison Colibri (per il secondo anno consecutivo sponsor del meeting) decorata con palloncini colorati e piena di dolciumi e biscotti. Un'attrazione che ha deliziato il palato di grandi e piccini: più di duemila le madeleine offerte nelle prime ore del raduno. Tra i partner che hanno reso possibile l'adunata, oltre a Maison Colibri, Norauto, Officine meccaniche LTF e l’azienda casearia Latteria Agricola Pandino, anche FCA. La Fiat si è presentata in veste ufficiale con la nuova Panda Connected by Wind.

I premi. Sono stati assegnati 19 originali riconoscimenti ai partecipanti, tra cui “la Panda più longeva”, quella "arrivata da più lontano", la Panda "più tamarra", la "più accessoriata", i premi "Panda Jack" e "Panda Willy", quest'ultimo consegnato da William Jonathan, uno dei radunisti più attivi nella promozione dell’evento (soprattutto sui social network). I pandisti si sono poi cimentati in uno spettacolare flashmob al fianco delle loro auto, eseguendo una coreografia che era stata diffusa nelle ultime settimane sui canali social della manifestazione.

Appuntamento al prossimo anno. Parte del ricavato sarà devoluto in beneficienza per la realizzazione di un progetto di rinnovamento del “Centro sociale Incontro” di Pandino, con l’obiettivo di renderlo un luogo di aggregazione, condivisione, integrazione e confronto tra giovani. Il progetto benefico finanziato la scorsa edizione è invece ancora in corso di svolgimento e prevede anche workshop organizzati in collaborazione con alcune università lombarde. Gli organizzatori hanno già annunciato una quarta edizione.

Condividi
COMMENTI