Eventi
23 June 2019 | di Alfredo Albertini

Parco Valentino, a Torino 100 Citroën per 100 anni

Il "Raduno del centenario", 100 Citroën per 100 anni. Le immagini esclusive della festa del Double Chevron al Parco Valentino, il salone dell'auto all'aperto di Torino

La quinta edizione del Salone dell'auto al Parco del Valentino di Torino (19-23 giugno), evento diffuso per tutto il capoluogo piemontese dal successo in continua ascesa, è stata la migliore occasione per Citroën Italia per celebrare anche nel nostro Paese i cento anni della fondazione della marca del Double Chevron.

La carica dei club. L'evento, battezzato “Raduno del centenario”, si è svolto nella giornata di sabato 22 giugno e ha coinvolto appunto cento esemplari significativi della storia della Casa (per l'esattezza 102) arrivati un po' da tutta Italia, e persino dalla vicina Svizzera. Per centrare questo ambibizioso obiettivo sono stati coinvolti i sette club appartenenti al R.I.A.S.C., il Registro Italiano Auto Storiche Citroën (Club 2CV e Derivate Italia, Club Italia Bicilindriche, Club GS Italia, CX Club Italia, Club IdéeSse, SM Club Italia ed eXtreMe XM Club Italia) oltre ai soci del Club Italia C3 Pluriel e al Centro Documentazione storica Citroën di Sinalunga (Siena).

Una truppa allegra e colorata. Appuntamento nella mattinata lungo i Murazzi del Po dove le vetture sono state esposte al pubblico, che ha potuto così ammirare praticamente tutti i modelli Citroën a partire dalla Traction Avant sino alla youngtimer Pluriel, passando per 2CV, Dyane, Ami, GS, DS, SM, Visa e molti altri ancora. Tra le DS c'erano anche alcune rare ed eleganti cabriolet, mentre si sono viste numerose SM, la potente coupé con motore Maserati, prodotta nei primi anni Settanta, in quasi tutti i colori originali in cui era disponibile all'epoca. Non potevano quindi mancare un furgone H, qui in versione del Service Departemental d'incendie et de secours de la Meuse, nel Nordest della Francia, ed alcune AK ed Acadiane, ovvero le versioni furgonate rispettivamente della 2CV e della Dyane.

Con tutta la famiglia. Un collezionista è riuscito a portare addirittura tre delle sue vetture, un'Ami6, una 2CV degli anni Sessanta e una Dyane primissima serie, ma non potendo ovviamente guidarle tutte insieme ha affidato le altre due al resto della famiglia, partendo in carovana da Milano. Alle 11, a gruppi, i partecipanti, salutati da Alberto Sacco, assessore al Turismo e Commercio torinese, sono partiti per la sfilata lungo la centralissima via Roma per raggiungere poi, lungo corso Unione Sovietica, la Palazzina di Caccia di Stupinigi. Qui le cento vetture sono state parcheggiate nei viali di accesso del parco mentre i radunisti hanno avuto l'opportunità di visitare gli appartamenti reali.

Cena di compleanno. Nel tardo pomeriggio rientro ai Murazzi e cena all'aperto in piazza Vittorio Veneto, offerta da Citroën Italia. E mentre potenti fari illuminavano i palazzi e la chiesa della Gran Madre al di là del Po si è brindato alla memoria di André Citroen (1878-1935), senza il quale tutto questo non sarebbe stato possibile.

Condividi
COMMENTI