Porsche Classic, ecco le vincitrici del contest - Ruoteclassiche
News
22 October 2021 | di Giancarlo Gnepo Kla

Porsche Classic, ad Auto e Moto d’Epoca va in scena il 6°Concorso di Restauro

Il dipartimento classiche di Porsche torna a Padova per la consueta sfida d’eccellenza tra le officine del circuito “Partner Classic” affiliate alla rete vendita ufficiale. Tre le finaliste, giudicate da una giuria composta da Pietro innocenti, Amministratore di Porsche Italia; Andrea Gruppach, Presidente delle delegazioni Porsche Club Italia e Gaetano Derosa, Vice Caporedattore di Ruoteclassiche.

La Cavallina di Zuffenhausen approda a Padova Auto e Moto d'Epoca schierando un parterre di quattro straordinari modelli che raccontano l’epopea Porsche in pista come in strada. Sotto i riflettori dello scenografico padiglione si fanno ammirare tre storiche e una instant classic. Troviamo quindi la leggendaria 550 Spyder; la 908, regina delle gare endurance a fine anni 60; la 996 GT3 del 1998 insieme alla sua erede, la GT3 della serie 992.
Nella giornata di giovedì 21 ottobre si sono aggiunte anche le tre finaliste del Concorso di Restauro che, giunto alla sua sesta edizione, ha rinsaldato la partnership tra Porsche e Auto e Moto d’Epoca. Il contest è stato promosso presso tutti i Centri Porsche e i Centri Assistenza Porsche italiani ma soltanto tre progetti hanno superato la dura selezione per la finale padovana che ha sancito la vincitrice di quest’anno. E, considerato l’altissimo livello non dev’essere stato facile per la giuria individuare la reginetta del 2021.

Le sfidanti. Dopo un’attenta valutazione sulle difficoltà incontrate durante le operazioni di restauro e la correttezza di dettagli e finiture in relazione all’anno e al modello specifico, la giuria si è espressa attribuendo la vittoria alla Porsche 911 S 2.0 Targa del 1968 restaurata dall’officina Partner Classic del Centro Porsche Padova Est. L’auto, nella brillante livrea Arancione questa 911 S vanta una storia di grande interesse e ha avuto come proprietari due grandi nomi del motorsport: il primo, è il 15 volte Campione del Mondo di motociclismo Giacomo Agostini e quello attuale, l’ex-pilota di Formula 1 Alex Caffi.
Sul secondo gradino del podio, l’affascinante 356 Speedster del 1954 nel classico Signal Red con capote beige. La vettura appartiene al primo e ristrettissimo lotto di vetture, come testimoniato dal telaio numero 106. Questo progetto è stato seguito dal Classic Partner del Centro Porsche Milano Est. In terza posizione troviamo, infine, la 964 Giubileo del 1993 presentata dal Centro Porsche Pesaro: una delle preziose 911 vetture, con il caratteristico body kit della Turbo su meccanica Carrera 4, realizzate per il 30° anniversario della 911. Il magnifico esemplare esposto in fiera è verniciato nella particolare tinta Purple Metallic, una delle più rare sui modelli celebrativi.

Condividi
COMMENTI