Retro Classics porta eleganza e sportività a Milano AutoClassica - Ruoteclassiche
Cerca
Eventi
24/11/2019 | di Paolo Sardi
Retro Classics porta eleganza e sportività a Milano AutoClassica
Nello stand della fiera tedesca sono ospiti due importanti dealer.
24/11/2019 | di Paolo Sardi

Nello stand della fiera tedesca (di Retroclassic), a Milano AutoClassica, sono ospiti due importanti dealer, OM Automobile e HK-Engineering

Come ormai tradizione, a Milano AutoClassica è presente un’ampia area espositiva riservata a Retro Classics, l’importante fiera tedesca che ha in vista due importanti appuntamenti. Il primo è Retro Classics Bavaria, in programma dal 6 all’8 dicembre prossimi a Norimberga, e il secondo è Retro Classics Stuttgart, che si svolgerà invece dal 27 febbraio all’1 marzo 2020 e che giungerà alla sua ventesima edizione. Per richiamare l’attenzione dei visitatori su questi eventi, la società ha pensato bene di dividere lo stand in due e di ospitare in ciascuna metà una realtà di grande spessore del mondo delle classiche.

Lo specialista della 300 SL.La scelta è caduta in primis su HK-Engineering, un’azienda che per diversi motivi rappresenta qualcosa di unico nel panorama internazionale. La sua sede si trova in un antico monastero a Polling, tra Monaco e Garmisch, e tutta la sua attività si concentra attorno ad unico modello, la Mercedes 300 SL, nelle due versioni coupé Gullwing, la leggendaria “ali di gabbiano”, e Roadster, entrambe esposte in fiera. Il titolare, Hans Kleissl, è giudicato tra i massimi esperti di quest’auto, sulla quale ha anche scritto un libro. HK-Engineering si occupa a 360 gradi della 300SL: oltre a darsi alla compravendita di esemplari su scala mondiale, fornisce servizi di restauro e manutenzione e schiera le 300 SL al via di gare di ogni tipo.

Passione vista lago.L’altro ospite di Retro Classics è OM-Automobile, commerciante di alto livello con due sedi, una in Germania, a Wendelstein, e una in Italia, a Sirmione, sulle rive del Lago di Garda. Nella sua porzione di stand sono esposte tante auto di pregio, tra cui spicca, anche per un fatto cromatico, una magnifica 356 Speedster nel raro colore Speedster Blue, rimasto a catalogo solo nel 1955. Molto vivace è anche la verniciatura di una bella 911 T, da sempre italiana e resa particolarmente appetibile da due caratteristiche: matching numbers e matching colour.

COMMENTI
In edicola
Segui la passione
Giugno 2024
In copertina su Ruoteclassiche di giugno la "mamma" di tutte le Lancia Delta da rally, recentemente restaurata da Miki Biasion. Restauro integrale anche per la Mercedes 2 litri che partecipò alla Targa Florio di 100 anni fa e Test a test per due piccole coupé come la Ford Puma e la Opel Tigra. Oltre a un test esclusivo sui biocarburanti condotto con l'Asi e molto altro ancora
Scopri di più >