Regolarità
15 April 2020 | di Laura Ferriccioli

Rinviata al 2021 la Piombino-Livorno 1901

La terza edizione della Piombino-Livorno 1901 storica passeggiata di auto ultra centenarie è rinviata al 2021.

Avrebbe dovuto svolgersi ora a maggio, invece è stata rimandata al weekend dal 23 al 25 aprile dell'anno prossimo. Stiamo parlando della Piombino-Livorno 1901, una delle pochissime manifestazioni italiane dedicate ai veicoli ultracentenari che, come tanti altri eventi previsti per questa primavera, è stata posticipata a causa della pandemia da Coronavirus. Nata nel 2017 come rievocazione di una delle prime gare toscane automobilistiche, vinta dal grande Felice Nazzaro su Fiat 12 HP da corsa, la Piombino-Livorno 1901 è iscritta a calendario Asi e prevede la partecipazione esclusiva di mezzi costruiti entro il 1918.

Una carovana scoppiettante. Nel 2018 la seconda edizione ha dimostrato una crescita di interesse per questo genere di veicoli con un lieve aumento di esemplari, che in totale erano 25. La partenza dalla bellissima piazza Bovio sul mare, a Piombino, è uno dei momenti più suggestivi della passeggiata, con la cittadinanza che accorre a vedere l'esposizione delle ancêtre prima dello start e rimane finché l'ultima automobile non scompare dopo la prima curva, in salita, nel centro storico. Per tutta la durata della manifestazione, lungo le strade sono presenti staffette dell'organizzazione, vigili urbani e assistenza per eventuali guasti. Tra condotti della benzina otturati e lo scoppio di un pneumatico, il primo anno il meccanico ha avuto il suo bel daffare, mentre la Piombino-Livorno successiva è scorsa liscia come l'olio, con soltanto un guasto elettrico.

London to Brighton mediterranea. Lungo gli 82 km che separano le due città d'inizio e d'arrivo, il percorso è panoramico e include bei tratti costieri fra i quali la celebre sequenza di curve de “Il sorpasso” di Dino Risi. Un aperitivo con vista sulla baia di Castiglioncello, il passaggio fra le vigne dei cosiddetti Super Tuscan – i vini che hanno dato lustro alla regione –, la visita a un castello a picco sulle rocce di fronte all'isola di Capraia: la cavalcata toscana delle ancienne è una London to Brighton in miniatura con temperatura mite e momenti di pura poesia in uno dei paesaggi più belli al mondo. Fino all'arrivo nella Terrazza Mascagni, gioiello del lungomare di Livorno di fronte al Grand Hotel dove fanno base gli equipaggi.

Il fascino delle vecchiette. Fra le partecipanti affezionate troviamo esemplari di grande rilievo storico come la vetturetta Type C del 1900 con la quale i fratelli Renault hanno corso alla Paris-Toulouse di quell'anno. Ci sono anche una two-seater Aster del 1902, marchio conosciuto soprattutto come costruttore di motori, una Peugeot Tipo 69 del 1905 e una rarissima Isotta Fraschini semi racer Fenc del 1908. Mentre nel 2018 si è vista anche l'Alpha Tipo 51 12 HP, un esemplare della prima automobile in assoluto prodotta dalla Lancia, appartenente alla Lopresto Collection.

Anniversario a cifra tonda. L'evento, che non ha avuto luogo nel 2019 perché nel frattempo ha acquisito periodicità biennale, passerà ora direttamente all'edizione celebrativa del 120esimo anniversario della Piombino-Livorno, che si è disputata una sola volta, appunto, nel 1901. L'organizzazione sarà come sempre del Garage del Tempo, Associazione Auto e Moto Storiche di Cecina, e prevederà una tappa all'Accademia Navale di Livorno. Quest'anno per la prima volta era attesa una presenza massiccia dall'estero con oltre dieci vetture da Austria, Olanda, Francia e Inghilterra. Tutti equipaggi che dovranno attendere il loro viaggio di antichità su quattro ruote made in Tuscany ancora un anno.

Condividi
COMMENTI