In edicola
01 December 2020 | di Redazione Ruoteclassiche

Ruoteclassiche di dicembre: anniversari in Zona Cesarini

Festeggiamo due compleanni con lo “0” che non potevano essere dimenticati in chiusura d’anno: il quarantennale dell’Alfetta GTV V6 2.5, così come il mezzo secolo dalla presentazione della Citroën SM. E poi vi raccontiamo il Salone di Padova e la Mille Miglia.

È una “Nobile granturismo” a campeggiare sulla copertina dell’ultimo numero di questo travagliato 2020. E dicembre è anche l’ultima finestra utile per festeggiarne il compleanno tondo, quarant’anni: l’Alfa Romeo Alfetta GTV con il potente motore V6 2.5 “Busso” fu presentata, intatti, al Salone di Torino del 1980. Ruoteclassiche ne omaggia il ricordo a cavallo fra tre sezioni differenti della rivista: “Protagoniste” (con una del 1981), “Guida all’acquisto” e “Test a test” portandone in pista un nutrito gruppo di esemplari, ovviamente in versione corsaiola.

Cinquant’anni di una francese che fece la storia. Come tondo - mezzo secolo - è anche il traguardo raggiunto dalla Citroën SM, alla quale dedichiamo un articolato approfondimento che ripercorre la storia di un modello dalle linee rivoluzionarie e la tecnica d’avanguardia. Tra le “Regine del passato” spazio alla Lancia Dilambda 227 Carlton Carriage Co. (1930), sulle tracce di un piccolo giallo risolto brillantemente dal suo proprietario. Completano la parte dedicata alle auto, la Falcon Shells Mark II del 1957 (“Nate per correre”), l’Opel Manta 1600 S del 1971 (“Impressioni”) e l’Abarth 695 70° Anniversario (“Classiche domani”).

Sul filo di lana. E mentre gli eventi “in presenza” si contano sulle dita di una mano e quelli futuri devono fare i conti con il condizionale, ve ne raccontiamo tre che hanno potuto svolgersi proprio sul filo di lana del CPCM di ottobre: il concorso d’eleganza Roma Eternal Beauties, ma soprattutto Auto e Moto d’Epoca di Padova e la Mille Miglia. Questi ultimi col freno un po’ tirato dai rigidi protocolli anti-Covid, ma ugualmente capaci di coinvolgere enthusiast e collezionisti con la passione che ormai da decenni li caratterizza entrambi. Per le particolari condizioni in cui si è disputata, tra zone off limits e quarantene sempre in agguato, alla Freccia Rossa, formalmente vinta da Roberto e Andrea Vesco (padre e figlio) va in particolare il merito di aver fatto trionfare tutti: partecipanti, pubblico e organizzatori. Non poteva, poi, mancare il ricordo di due star scomparse a distanza di pochissimi giorni l’una dall’altra: Sean Connery e Gigi Proietti.

Passione orologi. Tutto da leggere l’articolo sul designer Davide Arcangeli (Pininfarina e BMW), a cinquant’anni dalla sua nascita e a venti dalla scomparsa, come pure il nostro Speciale “Tempo”, con il quale abbiamo voluto addentrarci sullo storico legame tra lancette e motori, associando venti orologi di pregio con altrettante icone storiche a quattro ruote, alle quali li abbiamo voluti “accompagnare”. Chissà che la nostra panoramica non vi possa suggerire anche qualche idea da mettere sotto l’albero di Natale.

Le ultime dal mercato. Nella sezione “Gareclassiche”, oltre alla Mille Miglia, abbiamo dato spazio - tra lanci e reportage - a Winter Marathon, Targa Florio Classica, Rally Storico Costa Smeralda e “Due Valli”. Il “Mercato” propone, in aggiunta ai consueti approfondimenti dei nostri esperti, gli esiti delle aste, un po’ online e un po’ in presenza, di RM Sotheby’s, Finarte, Bonhams e Gooding & Co.

Ricordatevi il calendario. Ricordiamo, inoltre, che allegato a richiesta al numero di Ruoteclassiche di dicembre troverete il nostro tradizionale calendario da collezione, dedicato alla Jaguar E Type, che nel 2021 festeggia i suoi sessant’anni. Buona lettura!

Condividi
COMMENTI