In edicola
21 December 2020 | di Redazione Ruoteclassiche

Ruoteclassiche di gennaio: mezzo secolo, lo direste?

Impossibile dimenticarsene. Sembra l’altro ieri quando ci andavamo in vacanza, eppure oggi ha cinquant’anni suonati: è la Fiat 127, prodotta - se contiamo quelle “extraeuropee” - in oltre otto milioni di esemplari. Continua poi la nostra tradizione di anticipare tutti gli anniversari tondi che ricorrono nei prossimi dodici mesi…

Aprile 1971, la Fiat 127 vive il suo debutto ufficiale. Oggi svolta il traguardo dei cinquant’anni come la vettura che riscrisse le regole delle compatte di circa un litro di cilindrata. Ovvio quindi riservarle la copertina del numero di gennaio. E omaggiarla con tre articoli: un “Test a test” fra la 2 e la 3 porte (con esemplari rispettivamente del ’74 e del ’72), una ricca “Guida al mercato” che spazia tra le innumerevoli serie e carrozzerie che si sono succedute negli anni e un pezzo che ne ripercorre l’evoluzione tecnica e stilistica.

Per una mezza dozzina. Si salta alla seconda metà degli anni Sessanta con la “Regina del passato”, una rarissima - solo sei esemplari costruiti - Asa 100 GT Spider. Una meteora che non mancò di fare scalpore proprio per il suo motore “nobile” di un litro costruito dai tecnici di Maranello.

Francia, Italia e Germania. Con il titolo “Morbo della velocità” puntiamo i riflettori su una riuscitissima partnership tra il marchio transalpino fondato da Ernesto Teodoro Pigozzi - la Simca - e la Abarth, che nel 1964 porta alla nascita della Abarth-Simca 2000 GT Corsa. Le uniche “Impressioni” sono riservate a una stella: la Mercedes-Benz 230 C del 1978, elegante “coupé alla tedesca” dalla linea ribassata e filante. Chiude la sezione “Auto” una “Classica domani” per una mobilità ecocompatibile: la Maserati Ghibli Hybrid.

Sotto il segno dell’Uno. Come da tradizione, compare sul primo numero dell’annata un’ampia panoramica (non solo motoristica) degli anniversari tondi, in questo caso quelli con “uno”: dal 1951 al 2001, l’anno delle torri gemelle. La stagione, ma soprattutto l’emergenza pandemica riducono l’attualità allo stravolgimento dei calendari salonistici e ai lanci di eventi slittati tra primavera ed estate. Con qualche curiosità maturata proprio in sede di “ripensamento” di tutta la prossima stagione.

Al via la nostra nuova collana. Una menzione a parte merita la presentazione, in apertura di “News”, della nostra nuova collana di allegati che troverete in edicola a partire dal prossimo mese di febbraio: sei volumi, dedicati a sette marchi italiani, per entrare nel mondo del collezionismo. Più di una “Guida”, un’autentica bussola per scegliere il meglio con un budget contenuto. Si comincerà con Fiat e si proseguirà di Casa in Casa fino a luglio…

Giro di boa a ritmo lento. Tutto da assaporare il radicale cambio di prospettiva nella vita di una grande ex della Formula 1, Jarno Trulli, che alla passione per la sua azienda vinicola affianca quella per i veicoli storici: automobili, kart e motociclette, del cui restauro si occupa personalmente.

Monte Carlo, un mito. Apre la sezione “Gareclassiche”, nel 90° anno del Rallye di Monte-Carlo, l’anticipazione dell’edizione Historique prevista a cavallo tra l’ultimo giorno di gennaio e i primi di febbraio. Segue un bilancio del Campionato Italiano di Regolarità per Auto Storiche. E un articolato calendario delle gare top del 2021.

Cosa ci porterà il nuovo anno. Ricca la sezione “Mercato”, con i consueti approfondimenti e consigli dei nostri esperti (per esempio, sulla Jaguar E Type, che quest’anno festeggia i sessant’anni). Mentre le aste si soffermano sull’evento Artcurial di Parigi per poi offrivi il calendario (con le top lot annunciate) dei principali incanti del 2021. In conclusione, l’indice dell’annata appena trascorsa, con i contenuti di 12 numeri di rivista e di 11 allegati. Vi siete ricordati di appendere il calendario da collezione di Ruoteclassiche nel vostro garage? Buona lettura!

Condividi
COMMENTI