News
09 gennaio 2014 | di Redazione Ruoteclassiche

Se una “E Type” non vi basta!

Uno stravagante esemplare unico che forse farà storcere il naso a molti appassionati del Giaguaro. È una Jaguar "E Type 4.2 roadster" prima serie del 1968 (con guida a sinistra) che un appassionato americano, Paul Branstad (presumibilmente di alta statura), ha affidato alle sapienti mani di uno specialista di Jaguar britannico - la CMC - perché la allungasse di 11,43 centimetri (4,5 pollici), in modo che potesse viaggiare più comodo.

E già che c’era l’eccentrico proprietario ha chiesto che gli venisse costruito un originale carrello appendice in perfetto stile "E Type". Quest'ultimo - spiega il restauratore - è nato dalla fusione del retro di due "E Type" e può essere collegato alla vettura tramite un gancio che scompare con un meccanismo a scatto sotto le luci di retromarcia, quando il carrello non è agganciato.

Condividi
COMMENTI