aste

Aste / News
26 gennaio 2018

Colpo di scena, ritirata dall'asta di Rétromobile la Ferrari "top lot"

Colpo di scena, ieri, giovedì 25 gennaio, sull'asta di Artcurial prevista a Parigi (il 9 febbraio, ore 14) in occasione di Rétromobile. La star della giornata, la Ferrari 275 P del 1963, ultima Rossa a vincere la 24 Ore di Le Mans (1964, con l’equipaggio italofrancese Vaccarella-Guichet), è stata improvvisamente ritirata dalla vendita. Motivo? Non è dato saperlo. Sul sito di Artcurial è apparso solo un laconico comunicato, nel quale si spiega che gli eredi di Pierre Bardinon, il celebre collezionista francese scomparso nell'agosto del 2012, hanno sospeso gli accordi firmati con la Casa d'aste il 31 luglio 2017. Altro non si dice, se non sottolineare, a due settimane dall'appuntamento, il "grande disappunto" degli appassionati e, soprattutto, dei pochi fortunati che avrebbero avuto la possibilità di mettersi in garage questa eccezionale auto da competizione. Come dire, siamo stati anche noi colti di sorpresa, altro non possiamo al momento aggiungere... Alfredo Albertini
Dario Tonani
Aste / News
25 gennaio 2018

Moto all'asta, a Bergamo la prima uscita di Finarte

La Casa d'aste italiana organizza - in collaborazione con Automotive Masterpieces - la sua prima vendita all'incanto di motociclette. L'asta si terrà il prossimo marzo a Bergamo, città d'origine di Giacomo Agostini, il pilota più vincente di sempre nella storia del motomondiale. Tra i lotti in vendita segnaliamo le moto appartenenti alla collezione Migliazzi, veri e propri oggetti del desiderio che richiameranno l'attenzione degli appassionati delle due ruote da collezione presenti in sala. Si tratta di una rassegna di oltre quaranta motociclette degli anni 40, 50 e 60, quasi tutte marchiate Rumi, azienda bergamasca attiva nella produzione di materiale per l'industria cinematografica e tessile e, in seguito, di motocicli. "Sono molto felice che l’asta di motociclette si tenga a Bergamo e che la collezione, frutto del duro lavoro della famiglia Migliazzi, venga esposta nella sua terra natia. Da un punto di vista storico auspico che una cordata di imprenditori bergamaschi decida di acquistare l’intera collezione per farne un museo a Bergamo" ha dichiarato Sandro Binelli, consulente...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / News
25 gennaio 2018

Aste in Arizona, ecco come sono andate

Si sono concluse con numeri di vendita da capogiro per i canoni europei le aste che si sono tenute in Arizona in occasione del Concorso di Eleganza di Scottsdale, il primo appuntamento di rilievo del calendario internazionale. Eccoli in dettaglio. I dati raccolti dalla società di assicurazioni Hagerty parlano di un fatturato complessivo raccolto dalle sette Case d’asta presenti (Bonhams, RM Sotheby’s, Gooding&Co., Barrett-Jackson, Russo and Steele, Worldwide Auctioneers, Silver Arizona) di 247,8 milioni di dollari, equivalenti a 202 milioni di euro e rotti. Si tratta di un calo del 5% rispetto allo scorso anno. Nella settimana di vendite sono passate di mano 2668 vetture delle 3176 offerte pari a una percentuale di vendita dell’84%, molto alta considerato il momento di stabilità del mercato. I valori di vendita assoluti non devono però trarre in inganno sulla reale condizione commerciale del settore: molte delle vendite sono il risultato di una percentuale molto alta di auto offerte “senza prezzo di riserva” e...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / Auto / News
11 gennaio 2018

RM Sotheby's, Porsche da sogno in Florida

Il prossimo 10 marzo la Casa d’aste canadese sarà presente al Concorso d’Eleganza di Amelia Island con la rassegna “Exclusively Porsche – The 964 Collection”. Si tratta senza ombra di dubbio della collezione di edizioni speciali della serie 964 più completa e ghiotta di sempre. Prodotta dal 1989 al 1993, con il suo stile rinnovato (dove spiccano inediti paraurti integrati) la 964 è stata la prima versione della 911 a svecchiare concretamente l’immagine del modello, fino ad allora rimasta pressoché invariata rispetto alla primogenita della famiglia nata nel 1963 (qui, un articolo sulla più vecchia 911  del Porsche Museum, in mostra fino al prossimo 8 aprile). La collezione che andrà all’incanto in Florida racchiude il meglio della produzione artigianale di 964: la maggior parte delle auto in questione, infatti, è stata assemblata a mano nell’atelier di Porsche Exclusive, il dipartimento della Casa di Stoccarda che fin dagli anni 70 offre ai clienti della marca un’ampia scelta nella personalizzazione delle proprie vetture. Meraviglie nelle meraviglie,...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / News
05 gennaio 2018

RM Sotheby's, baby classiche all'asta di Phoenix

Non c'è solo la Jaguar D-Type da oltre 10 milioni di euro di stima d'asta tra i “pezzi forti” della vendita all'incanto di RM Sotheby's in programma il 18-19 gennaio in Arizona. Una collezione di auto d'epoca per ragazzi (molto fortunati!) è infatti in vendita all'evento che avrà luogo tra due settimane a Phoenix. Le quotazioni vanno dai 10 ai 30.000 dollari e la vendita è senza prezzo di riserva: valori giustificati dall'eccellente qualità di questi gioielli prodotti tra gli anni 60 e gli anni 80. Non si tratta delle comuni vetture a pedali tanto in voga in Italia fin dai tempi della bolognese Giordani: qui siamo di fronte a macchinine a uno o due posti che riproducono perfettamente le forme delle originali, dotate di motori a scoppio e accreditate di velocità di punta nell'ordine dei 40 km/h. Non immatricolate, erano (e saranno) destinate alla circolazione all'interno delle proprietà private dei ricchi rampolli. Nel catalogo RM Sotheby's dell'asta di Phoenix...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / News
04 dicembre 2017

A Londra è Beatlemania

Tra i lotti venduti dalla prestigiosa Casa d'Aste Bonhams lo scorso 2 dicembre, due classiche con il valore aggiunto della celebrità...  MINI AUTO, MAXI PREZZO Sborsare oltre 100.000 sterline per una Mini degli anni 60. Al solo, folle pensiero anche il più appassionato cultore del piccolo capolavoro di Issigonis rimarrebbe a bocca aperta. Ma se parliamo della Bond Street Sale di Bonhams, vendita all'incanto di automobili storiche di prestigio, si fa presto a capire che prima di tutto  la Mini in questione non è un esemplare qualunque e, in secondo luogo, che tra i partecipanti all'incanto figurano senz'altro collezionisti con possibilità economiche fuori dal comune. Il lotto 136 è una Mini Cooper S del 1966 in allestimento speciale Radford: i passaruota sono allargati, i finestrini elettrici; i fanalini posteriori derivano addirittura da una Volkswagen Maggiolino, altra grande icona delle quattro ruote. Ma la vera "chicca" di questa piccola utilitaria in realtà è altrove. All'interno dell'abitacolo. Anzi, a essere più precisi, è nel cassetto portaoggetti. Si afferra il libretto di circolazione, lo...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / News
28 settembre 2016

Asta dei record, RM Sotheby's chiude l'anno col botto (a Milano)

Sarà l'ultima asta del 2016 targata RM Sotheby's. E, fatto ancora più eclatante, si terrà in Italia: il 25 novembre in un padiglione appositamente allestito a Milano Autoclassica, durante l'edizione autunnale in programma dal 25 al 27 del mese. Il titolo -  "Duemila Ruote" - dà subito la misura della portata dell'evento, che prevede oltre 700 lotti all'incanto: 434 automobili, 136 moto, 159 biciclette e 58 barche da corsa, più diversi pezzi di automobilia. Tra le vetture ci sarà quanto di meglio il collezionista possa desiderare: dalle supercar ai modelli da rally, dalle Sport alle GT. L'elenco di chicche è sterminato, tanto da far pensare più alle dismissioni di un museo che a una collezione venduta a pezzi: le Ferrari, solo per citare il primo marchio che salta all'occhio, sono una quarantina, tra cui una 275 GTB del 1966 in alluminio, "torque tube", 6 carburatori, costruita solo in sette esemplari; una 365 GTB/4 Daytona "plexiglas" e una F40. Preferite le...
Redazione Ruoteclassiche
Aste / Auto
05 settembre 2016

All'asta a Parigi la Dino Berlinetta Sperimentale di Pininfarina

Presentata al Salone di Parigi del '65 e donata successivamente da Sergio Pininfarina al Musée de l’Automobile du Le Mans, fu il primo respiro di un modello Dino progettato e costruito a Maranello in affiancamento all'interpretazione della Fiat. Disegno di Aldo Brovarone, meccanica 206 S. Nel 2013 è stata esposta allo stand della Pininfarina al Salone di Ginevra. Sarà all'asta da Artcurial il prossimo febbraio 2017 al Rétromobile di Parigi. Con largo anticipo, la casa d'aste Artcurial annuncia la presenza di una vettura straordinaria tra i lotti che saranno messi all'incanto il prossimo febbraio 2017 nei giorni del salone Rétromobile a Parigi. Si tratta della Dino Berlinetta Sperimentale del 1965, un prototipo di stile realizzato dalla Pininfarina e presentato al Salone di Parigi di quell'anno. Questo eccezionale esemplare unico oggi fa parte della collezione dell'Automobile Club de l'Ouest. Ecco la sua storia. L'EREDITÀ DI DINO FERRARI Alfredo "Dino" Ferrari era tragicamente mancato il 30 giugno del 1956, strappato giovanissimo alla vita...
Alvise-Marco Seno
Aste / Auto / News
11 dicembre 2015

Si ferma a 28 milioni di $ la corsa della Ferrari 290 MM ex Fangio

Niente record storico per la Ferrari 290 MM del 1956, telaio 0626 (leggi qui). Nella seduta newyorkese di RM Sotheby’s conclusa poche ore fa, la vettura che avrebbe in teoria potuto bruciare il record storico della 250 GTO del 1962 (fissato nel 2014 in un’asta di Bonhams a 38.115.000 dollari, equivalenti a 28.502.000 di euro di allora) si è fermata a 28.050.000 dollari (compreso il premio d’asta) che al cambio attuale fanno 25.633.000 euro circa. Quarta nella Mille Miglia del 1962 con Manuel Fangio e poi guidata da leggende come Hill, De Portago, Gendebien, Collins, Von Trips, Gregory, Castellotti e Musso, sembrava potesse raggiungere cifre superiori visto il maggiore interesse di mercato. Centrata comunque la stima d’asta che la voleva tra i 28 e i 32 milioni di dollari. Per lei comunque lo scettro di regina della serata. G.M.
Redazione Ruoteclassiche
Aste
20 febbraio 2014

Jaguar "C Type" 1952. 3,5 milioni? Li vale tutti

È stata battuta da Bonhams lo scorso 1° dicembre a Londra una collezione privata assolutamente straordinaria: otto vetture della gloriosa Écurie Écosse, che dominò le corse negli anni Cinquanta e Sessanta. Prezzi da capogiro: dai 461 mila ai 3,5 milioni di euro. Se già la Jaguar "C Type" è di per sé una vettura rarissima (circa 50 le unità prodotte tra il 1951 e il 1953), si può facilmente immaginare il valore di un esemplare andato in forze all'Écurie Écosse. L'esemplare che qui presentiamo è stato prodotto nel 1952 e ha corso sotto l'egida del team scozzese durante l'anno successivo registrando ottimi successi, guidata dai piloti Jimmy Stewart, Jock Lawrence e Frank Curtis. Nel 1954 questa "C Type" è stata ceduta al corridore privato John Keeling e nel 1960, senza aver mai smesso di gareggiare, è stata acquistata dal collezionista David Elkan. Quest'ultimo ha effettuato nel tempo alcune modifiche, prime fra tutte una riverniciatura in rosso, l'installazione di un parabrezza...
Redazione Ruoteclassiche
Carica altri articoli