Torna il Rally Internazionale Storico Costa Smeralda - Ruoteclassiche
Rally
25 March 2022 | di Fulvio Zucco

Torna il Rally Internazionale Storico Costa Smeralda

Si disputerà dall’8 al 9 aprile la quinta edizione della gara, grazie all’organizzazione di Aci, AC Sassari, Regione Sardegna, Martini e del Consorzio Costa Smeralda, con il contributo di Sparco, Pirelli e Fondazione Gino Macaluso.

Binomio vincente quello tra le corse e Martini, ovvio. E nello specifico quello fra il Rally Costa Smeralda e il marchio torinese noto in tutto il mondo, celebre per la griffe con le bande colorate che ha vestito tante auto vittoriose in corsa; in pista come, e soprattutto, nei rally. Martini aveva già affiancato la gara sarda dal 1978 al 1994 e ora torna con la quinta edizione del rally storico. La presentazione della gara si è tenuta nella splendida cornice di Casa Martini, a Pessione (TO) il 25 marzo. Erano presenti, tra gli altri, il presidente di Aci Angelo Sticchi Damiani, quello di AC Sassari Giulio Pes di San Vittorio, l’assessore al Turismo della Regione Sardegna Gianni Chessa e Monica Mailander della Fondazione Gino Macaluso, che ha schierato nel cortile di Casa Martini la Lancia Delta S4 e la Rally 037 con i colori Martini Racing. Non poteva mancare poi la Delta HF Integrale portata tante volte al trionfo da Miki Biasion e Tiziano Siviero.

Campioni al via. Per il Rally Internazionale Storico Costa Smeralda la coppia due volte iridata si ricomporrà e Biasion-Siviero saranno gli apripista d’eccezione a bordo di un ‘auto d’eccezione. Celata da un telo, l’ultima vettura in mostra nel cortile di Casa Martini era, infatti, la Kimera Evo37 prototipo, reinterpretazione moderna della Lancia Rally 037 che i due campioni guideranno sulle strade della Sardegna. Al termine della presentazione del rally i piloti l’hanno svelata al pubblico ed è così apparsa la livrea Martini Racing (quale altra poteva essere?) dell’esemplare che sarà utilizzato per l’occasione.

Tracciato da intenditori. Il rally storico sarà suddiviso in due tappe, una al venerdì e una al sabato, con un percorso disegnato niente meno che dallo stesso Tiziano Siviero, che ha ricordato in sala di aver tenuto comunque presente la necessità di non mettere a repentaglio l’integrità delle vecchie signore dei rally che parteciperanno, e nemmeno quella dei… più attempati concorrenti, per i quali sarà prevista anche una classe over 60. Evento nell’evento, la creazione del Martini Rally Vintage, raduno non competitivo riservato a vetture da competizione in livrea Martini Racing, che ripercorrerà le strade più significative del Rally Costa Smeralda. Partirà subito dopo il rally storico e seguirà anche il percorso dell’Isuledda, prova speciale clou del Rally Costa Smeralda degli anni 70 e 80. Arrivo al Molo Vecchio di Porto Cervo, dove subito dopo si terrà l’epilogo anche del Rally Internazionale Storico Costa Smeralda.

Condividi

Bacheca

COMMENTI