Club / News
10 settembre 2010 | di Redazione Ruoteclassiche

TROFEO AIDO, TUTTO PRONTO

Sempre avanti: è questo il motto del Trofeo Aido, giunto quest'anno alla 13a edizione. Dopo essere stata la prima gara per auto d'epoca organizzata da un sodalizio benefico come l'Aido, allo scopo di promuovere gli ideali della donazione degli organi, nel 2010 il "Trofeo" propone una formula inedita. La partecipazione, a titolo gratuito, sarà legata di volta in volta a un tema diverso.

Nel 2010 si partirà con le vetture della categoria Sport, mentre il tema del prossimo anno, in omaggio al 150° anniversario dell'unità d'Italia, potrebbe riguardare esclusivamente le automobili rosse, bianche e verdi. Chi volesse partecipare, dovrà fare domanda; se la vettura rientrerà nei canoni richiesti, non ci sarà da pagare alcuna quota. Inedito è anche il regolamento: i piloti più bravi - quelli classificati "Top Driver" e "Driver A" - saranno penalizzati in classifica, con una riduzione del 20% del punteggio ottenuto; e nessuno potrà fare reclami.

Il messaggio degli organizzatori è chiaro: dare un taglio netto agli atteggiamenti antisportivi e permettere ai concorrenti di vivere con spirito genuino una manifestazione che si propone di portare su strada belle macchine, a beneficio di tutti. Il programma prevede le verifiche sabato 25 settembre (o il mattino dopo per i ritardatari), partenza da Gardone Val Trompia e arrivo a Sarezzo domenica 26: in tutto 190 chilometri, con 25 prove cronometrate, e sosta per il pranzo in un'azienda agricola della Franciacorta.

Tradizione irrinunciabile è lo squisito spiedo servito alle premiazioni, nel corso delle quali sarà assegnato anche il Trofeo Annalisa Gnutti, riservato ai vincitori della speciale classifica in abbinamento al Gran Premio Nuvolari, che si correrà a Mantova la settimana precedente. Le iscrizioni chiuderanno il 17 settembre. Informazioni su: www.trofeoaido.org

Condividi
COMMENTI