Eventi / News
30 novembre 2009 | di Redazione Ruoteclassiche

ULTIMI LAMPI DI FUTURISMO

Chiudono in grande al Museo Nicolis di Villafranca di Verona le celebrazioni per i cent'anni del movimento futurista, nato il 20 febbraio 1909 con la pubblicazione sul quotidiano francese "Le Figaro" del famoso "Manifesto" di Filippo Tommaso Marinetti. Fino al 31 dicembre, il "Nicolis" - in collaborazione con il Mart di Rovereto (TN) - presenta la mostra dal titolo "Futurismo 1909- 2009, La velocità e il mito", singolare percorso attraverso le automobili e le moto della propria collezione che seppero meglio interpretare il mito della velocità, tanto caro ai futuristi.

Protagoniste assolute si annunciano una Benz "8/20 PS" del 1914, molto vicina all'immaginario marinettiano espresso dall'articolo 4 del "Manifesto" - "Una automobile da corsa col suo cofano adorno di grossi tubi simili a serpenti dall'alito esplosivo" -, una Fiat "501 S-Superculasse Silvani" del 1924, versione "spinta" di quella che nell'intenzione della Casa di Torino doveva essere il primo passo verso l'utilitaria, e una motocicletta Premier "3½ HP" del 1913 in perfetto stato di conservazione, acquistata ai tempi per la strabiliante cifra di 1180 lire.

Grazie alla collaborazione con il Mart saranno, inoltre, esposte alcune immagini fotografiche che ritraggono l'artista Fortunato Depero, che visse a lungo proprio a Rovereto, insieme con alcuni dei soci fondatori del movimento futurista, come Filippo Tommaso Marinetti, Carlo Carrà, Umberto Boccioni e Giacomo Balla. Informazioni: www.museonicolis.com

Condividi
COMMENTI