Club / News
01 settembre 2011 | di Redazione Ruoteclassiche

UNA “911 RSR” AL COMANDO

Lo spostamento - nel calendario del Campionato Italiano Rally Autostoriche - della data del Rally 1000 Miglia Storico, da ottobre al 29-30 luglio, faceva temere una partecipazione ridotta. Pur in periodo di ferie e con un clima che rendeva arduo indossare casco e tuta, la corsa bresciana ha invece stabilito il record di partecipazione, con 123 equipaggi che hanno preso parte alle tre manifestazioni in programma: 78 per il rally valido per il campionato italiano e 24 per il 6° Memorial Nick Busseni (formula della Regolarità Sport), mentre altri 21 gentleman driver hanno percorso, senza rilevamento dei tempi, le prove speciali al volante delle magnifiche vetture della categoria All Stars.

L'Ac Brescia, proprietario del marchio Mille Miglia, che organizza il rally dal 1977, ha rispettato la tradizione: partenza da piazza della Vittoria e attraversamento del "Muratello" di sera, come una volta; sempre come una volta, la strada che da Nave sale alla Maddalena, la montagna cittadina, è stata la platea degli appassionati bresciani, che hanno applaudito le varie Lancia "Stratos" e "037", Porsche "911", "Mini" e "A112 Abarth".

Dopo il ritiro, nella prima "speciale", dei capofila del campionato (i siciliani Savioli-Failla) a vincere sono stati i valtellinesi Lucio Da Zanche e Romano Belfiore, che con la loro Porsche "911 RSR" Gr. 4 dominano ora anche l'Italiano. Il Memorial Busseni è stato vinto invece da Lorenzo Franzoso e Roberta Barbieri su Autobianchi "A112 Abarth".

Condividi
COMMENTI