Una rarissima Ferrari 288 GTO Evoluzione all’asta - Ruoteclassiche
Auto
06 October 2022 | di Redazione Ruoteclassiche

Una rarissima Ferrari 288 GTO Evoluzione all’asta

Uno dei cinque esemplari costruiti di Ferrari 288 GTO Evoluzione andrà all’asta sulla piattaforma tedesca Sotheby’s Sealed il 19 e il 21 ottobre. È stata l’ultima auto realizzate con l’avallo di Enzo Ferrari.

È tra le supercar del Cavallino rampante più rare: un esemplare di 288 GTO Evoluzione sarà venduta in un’asta privata di RM Sotheby’s il 19 e il 21 ottobre 2022. Era stata pensata e disegnata per competere tra le Gruppo B, prima che la serie venisse cancellata. Rappresenta così il trampolino di lancio dell’altra iconica Ferrari, la F40. È ambitissima dai collezionisti.

Supercar da record. È stata l’ultima GT seguita e approvata nel 1987 direttamente da Enzo Ferrari, che sarebbe morto l’anno successivo. Negli anni 80, la 288 GTO Evoluzione era la vettura più veloce di Maranello: raggiungeva i 370 km/h, forte di 650 CV e di un’accelerazione sullo 0-100 km/h in 4 secondi. Del resto era nata per le corse con il suo V8 di 2855 cc dotato di due turbocompressori. Grazie all’impiego massiccio di fibra di carbonio e kevlar aveva un peso di appena 940 kg.

L’esemplare all’asta. Con il telaio 79888 è la quarta delle cinque 288 GTO Evoluzione prodotte. Un’altra è esposta al Museo Ferrari. Questo esemplare era stato prodotto a Maranello con l’assistenza di Michelotto di Padova. Venne completata ufficialmente nel 1988. Nel dicembre di quello stesso anno fu venduta, tramite Jacques Swater, proprietario del Garage Francorchamps in Belgo, al pilota e imprenditore belga Jean Blaton. Nel 1992 l’auto tornò nelle mani di Swater fino al 2006, quando venne acquistata da un collezionista britannico, per finire in Quebec a un altro collezionista di Ferrari. Altri passaggi Oltreoceano prima di approdare di nuovo in Europa nel 2019 all’attuale possessore, che di recente l’ha fatta restaurare da Michelotto. L’auto è stata ridipinta nel suo originale Rosso Corsa, l’interno è stato rifatto, il resto ripulito. Il restauro è costato 133.000 euro.

Il valore. Chi vuol sapere quanto sarà la base d’asta deve chiederlo direttamente a RM Sotheby’s che per ora non comunica cifre. Questa 288 GTO Evoluzione è forte del certificato di Ferrari Classiche che attesta l’originalità del motore e del cambio, è una Ferrari rarissima e vista pochissimo. Si prevedono risultati d’asta milionari.

Condividi
COMMENTI