In edicola
01 giugno 2013 | di Redazione Ruoteclassiche

Uno sguardo a Ruoteclassiche di giugno

Sono gli ottant’anni della mitica 24 Ore di Le Mans il piatto forte del numero di Ruoteclassiche che troverete in edicola tra qualche giorno: 24 pagine, una per ciascuna ora di gara, che ripercorrono la storia della corsa di durata più famosa del mondo, dalla primissima edizione del 1923 all’ultima disputata quest’anno. L’articolo propone una spettacolare panoramica sui piloti, le macchine e gli episodi che hanno reso Le Mans uno dei templi dell’automobilismo mondiale.

Poco più di un mese fa, il 30 aprile, è stata definitivamente staccata la rete elettrica che alimentava gli ultimi fabbricati originali dello stabilimento Alfa Romeo di Arese. Ruoteclassiche ha visitato l’aerea a bordo di un’automobile prodotta proprio tra quelle mura, un’“Alfetta” prima serie del 1974, e ha documentato – macchina fotografica alla mano – la capitolazione di un luogo simbolo dell’automobile non solo italiana ed europea.

In un’ampia carrellata per immagini ripercorriamo la storia dello scooter, dal 1937 al 1962, dalle primissime “motorette” d’Oltreoceano ai cloni della “Vespa” costruiti in Unione Sovietica. Passando per la Francia, la Germania, l’Inghilterra e il Giappone…

Curioso anche il salto negli Stati uniti a conoscere il fenomeno delle cosiddette “Rat Rod”: ovvero, quando l’automobile diventa un “accrocchio postapocalittico” di carrozzerie senza vernice, motori snudati e customizzazione “politicamente scorretta”.

Tre le nostre auto del mese, segnaliamo la sontuosa Isotta Fraschini “8° SS” del 1930 (Regine del passato), la “cattivissima” Renault “Clio Sport V6” del 200-2005 (Youngtimer) e la chiacchieratissima Maserati “Biturbo” del 1983 (Protagoniste).

E tantissimo altro ancora...

Condividi
COMMENTI