Auto / News
27 marzo 2017 | di Redazione Ruoteclassiche

“Villa d’Este Style” per la prima volta apre al pubblico

Il Concorso di Eleganza di Villa d’Este si avvicina ma un mese prima del prestigioso appuntamento sulle rive del Lago di Como (si terrà il 27-28 maggio) un aperitivo molto esclusivo lo offre il "Villa d’Este Style", evento dedicato alle Alfa Romeo 6C 2500 SS Villa d’Este che si svolgerà sabato 22 aprile nella splendida location di Cernobbio.

Come noto si tratta di un modello estremamente raffinato dal punto di vista tecnico ma che nelle mani di Carlo Felice Bianchi Anderloni, titolare della Carrozzeria Touring, raggiunse livelli di eleganza ineguagliati. Nella struttura la vettura è praticamente la stessa del modello lanciato dall’Alfa Romeo alla fine degli anni ’30, che si trasforma in capolavoro quando nel 1949 Bianchi Anderloni ne riplasma lo stile alla luce delle nuove tendenze e dei progressi compiuti nel frattempo dal design automobilistico. Tanto che la versione presentata al Concorso di Eleganza di Villa d’Este di quell’anno (ultima edizione prima del revival del 1995) si aggiudica il Gran Premio del Referendum.  Quanto basta per convincere la Touring ad allestirne una trentina di esemplari e di chiamarli in ricordo di quel successo “Coupé Villa d’Este”.

Dal 2012 un gruppo di appassionati ha fondato un Registro dedicato a questo modello e nel tentativo di censirle tutte (il numero preciso non è mai stato definito ma la stima più affidabile parla di 32 esemplari)  ha inaugurato un raduno annuale nel luogo da cui questo modello ha preso il nome: Villa d’Este, appunto.
Fino a oggi quelle conosciute e ‘registrate’ sono 16, delle quali una metà circa non manca da sei anni l’appuntamento di Cernobbio.

Un evento che da quest’anno sarà per la prima volta aperto al pubblico. Gli appassionati di belle auto  potranno, infatti, ammirare queste bellezze dalle 15.00 alle 17.00 di sabato 22 aprile in Piazza Risorgimento a Cernobbio, in riva al lago.

L’esposizione degli esemplari di Villa d’Este sarà accompagnata anche da altre due vetture 6C 2500 e dalla monoposto Alfa Romeo G.P. Tipo 158  “Alfetta”, vincitrice del primo Campionato Mondiale di Formula 1 del 1950, portate dal Museo di Arese.

G.M.

Condividi
COMMENTI