Eventi / News
06 marzo 2012 | di Redazione Ruoteclassiche

VITTORIA SCIPPATA DAI GIUDICI

È sfuggita per una dubbia decisione dei giudici, dopo l'ultima prova speciale, la vittoria di Sala-Torlasco, della Scuderia Milano Autostoriche, all'edizione appena conclusasi del MonteCarlo Historique (28/1-4/2). La loro Porsche "911" del 1965, in testa fino all'ultimo e vincitrice di 6 prove speciali su 13, è stata squalificata per un sorpasso giudicato "pericoloso" ai danni di un concorrente francese che, con la sua andatura lenta, ostruiva il passo a chi lo seguiva.

La vittoria è quindi andata ai belgi Lareppe-Lambert, su Opel "Kadett GT/E" del 1978, che hanno preceduto sul podio i francesi Coppola-Sassot (Alpine Renault "A110", 1972) e i norvegesi Karlan-Jensen (Porsche "911 SC", 1978). Straordinaria la prestazione della piccola Steyr Puch "650" dei coniugi Aimé, sesti assoluti su 214 arrivati al traguardo.

Buono comunque il risultato degli italiani: secondi, con la Scuderia Milano Autostoriche (equipaggiati con gomme Continental), nella classifica a squadre. Ben 307 i concorrenti al via, provenienti da sei città europee, che dopo essersi ritrovati sul molo di Monaco con alle spalle 1500 chilometri di trasferimento in mezzo alla neve sono stati occupati per altri quattro giorni e 2000 chilometri su passi alpini abbondantemente innevati.

Condividi
COMMENTI