Velocità in circuito
31 agosto 2018 | di Moreno Filoscia

Weekend da brivido con 300 bolidi storici al Paul Ricard

Quale miglior modo, per gli appassionati di Classic Racing, di salutare l’estate trascorrendo qualche giorno in Provenza, a Le Castellet, alla fine di agosto (da oggi fino a domenica 2 settembre). Il tutto, magari, con famiglia o amici. Il mare della Costa Azzurra è lì a due passi e la collina offre altrettante occasioni di relax, magari pasteggiando, la sera, con dell’ottimo e fresco Rosè di Bandol, in buona compagnia.

Trecento bolidi. Ma è certamente il Circuit Paul Ricard a essere il centro di attrazione massima, con la sua macchia mediterranea prorompente e i suoi boschi di querce, la sua pista avveniristica e specialmente con le sue 300 auto da corsa storiche che si cimenteranno in staccate da brivido tra le famose curve colorate di rosso e azzurro.

Pista impegnativa. Situata nel dipartimento del Var, tra Tolone, Aix-en-Provence e Marsiglia, questa bellissima struttura è il tempio tecnologico delle corse, oltre che sede di test delle più grandi aziende automobilistiche del mondo. È una pista che si caratterizza per la possibilità di innumerevoli layout, ma specialmente per la mitica Ligne droite du Mistral di 1800 metri e per l’impegnativa Courbe de Signes, “da pelo”, quello vero.

Nona volta. Ospiterà quella che sarà la nona “Dix Mille Tours”, da quando, nel 2010, La Peter Auto ha deciso di organizzare la prima edizione di questo magnifico evento racing internazionale in costante crescita di partecipanti e di pubblico. Ci saranno tutte le otto splendide Griglie di Monsieur Peter, che abbracciano un periodo che va dai primi Anni 60 agli Anni 80, quelli dei mostri del Group C Racing.

Fino agli Anni 2000. Per la prima volta al Paul Ricard sarà presente anche la Guest Grid delle Global Endurance Legends, Club esclusivo che, sulla base di tre dimostrazioni in pista da 40 minuti, dispiegherà i suoi numerosi gioielli degli anni 90 e primi 2000.

Condividi
COMMENTI