Winter Marathon 2024, sul podio tre Fiat 508 C - Ruoteclassiche
Cerca
News
07/02/2024 | di Roberto Barone
Winter Marathon 2024, sul podio tre Fiat 508 C
Vince la 36esima edizione l'equipaggio Bellini-Tiberti, seguito dal team Barcella-Ghidotti e dalla coppia Salvinelli-Costa arrivata terza
07/02/2024 | di Roberto Barone

Anche la 36esima edizione della Winter Marathon - in programma a Madonna di Campiglio, dal 18 al 21 gennaio 2023 - è stata una festa animata, oltre che da splendide auto storiche, da passione e adrenalina, con la magia delle Dolomiti a fare da quinta. A conquistare il podio quest'anno tre Fiat 508, la prima del 1937 e le altre del 1938. A tagliare per primo il traguardo è stato l'equipaggio Bellini-Tiberti (già vincitore nel 2021 e 2022), seguito dal team Barcella-Ghidotti (primo lo scorso anno) e da Salvinelli-Costa, che si è piazzato terzo dopo essere stato a lungo in seconda posizione.

15 passi dolomitici. Una gara di 520 chilometri complessivi, suddivisi in due tappe, attraverso 15 passi dolomitici, con 65 prove cronometrate e 9 di media intervallate da 32 rilevamenti segreti. Nel complesso si è svolta senza incidenti e problemi, per la soddisfazione degli organizzatori, pur essendo stata caratterizzata dal freddo estremo, che ha ha toccato anche quota -15°C sui passi Sella e Gardena, come sempre, assieme al Pordoi, tra i punti più apprezzati e fotografati.

Gli altri risultati. Al primo posto fra gli equipaggi interamente stranieri gli inglesi Edoardo Ottochian e George Drayson su Austin Mini Cooper S Mk I del 1960 mentre fra le Scuderie il successo è andato alla Franciacorta Motori che ha preceduto, nell'ordine, Brescia Corse ed Emmebi 70; il primato nella classifica riservata agli equipaggi under 30 è di Barcella-Rossoni, sesti assoluti su Porsche 356 C Coupé del 1963, mentre il primo equipaggio femminile è quello formato dalle esordienti Laura Bandera e Chiara Guindani su Lancia Fulvia Coupé 1.3 S del 1971. Primi nella speciale graduatoria della Prove di Media i sardi Virdis-Giordo su Porsche 356 Coupé del 1954.

Le gare sul lago ghiacciato. Sul lago ghiacciato di Madonna di Campiglio è andato in scena lo spettacolo dei due trofei riservati rispettivamente ai primi 8 equipaggi stranieri e ai primi 32 classificati della Winter Marathon. Il nuovo Trofeo Sparco ha visto il successo del giovane equipaggio inglese Ottochian-Drayson su una Austin Mini Cooper S Mk I del 1960 che in finale ha prevalso sull’Alfa Romeo 1750 GT Veloce del 1968 degli svizzeri Tasciotti e De Luca; terzo gradino del podio per il team russo Utkin-Rumyantsev su Lancia Fulvia GT del 1968.

Trofeo Veriwatch. A conquistare la vittoria della 1ª edizione del Trofeo Veriwatch, invece, la coppia Barcella-Ghidotti su Fiat 508 C del 1938 che in finale ha avuto la meglio sulla Porsche 356 A Coupé del 1959 dei fratelli Sangiovanni. A completare il podio la Porsche 356 C Coupé del 1963 di Nicola Barcella che, dopo essere stato eliminato dai genitori in semifinale, navigato da Simone Rossoni ha sconfitto nella finale per il terzo-quarto posto i vincitori della Winter Marathon 2024, Bellini e Tiberti.

Appuntamento ad aprile. Archiviata l'edizione 2024 della Winter Marathon, l'organizzazione dà ora appuntamento agli appassionati per il prossimo evento, organizzato per venerdì 5 e sabato 6 aprile, quando prenderà il via il Franciacorta Historic, gara di regolarità giunta alla diciassettesima edizione.

COMMENTI
In edicola
Segui la passione
Febbraio 2024
In copertina sul numero di febbraio di Ruoteclassiche due utilitarie popolari che oggi sono inseguite dai collezionisti: la Fiat 126 e la NSU Prinz 4L
Scopri di più >