In edicola
27 maggio 2019 | di Redazione Ruoteclassiche

Youngtimer, il n. 7 omaggia le “piccole bombe”

La copertina del settimo numero di Youngtimer, che trovate in edicola, è dedicata a quattro city-car sportive che hanno segnato un'epoca: quella delle mini-bombe.

Piccole, anzi piccolissime. E con una gran voglia di correre. Sono, in ordine sparso, la Peugeot 106 Rallye, la Innocenti De Tomaso Turbo, l'Autobianchi Y10 Turbo e la Mini Cooper Sports Pack. Quattro icone nel mondo delle super utilitarie sportive anni 80 che abbiamo voluto ri-guidare per raccontarvi come vanno oggi e quale sarà il loro futuro collezionistico.

Per alfisti... Non solo piccoli diavoli, però. Il settimo numero di Youngtimer accende i riflettori su un'Alfa Romeo che in realtà brilla di luce propria: la 156 GTA. È lei che abbiamo messo sotto la lente nella nostra rubrica "Budget", fissando un tetto massimo di spesa a 11.000 euro: non dovreste spendere di più per un esemplare col tanto discusso cambio Selespeed in buone condizioni.

... e golfisti. Il vostro cuore batte per la Golf Cabriolet? A pagina 24 troverete un'ampia impressione di guida di una fiammante 1.8 Quartett. Monta il motore della GTI ma, come scoprirete, deve fare i conti con qualche chilo di troppo. Ma quando basta un piccolo gesto per portare a spasso quattro passeggeri en plein air, dettagli come questo passano in secondo piano.

Qual buon vento! In casa Mercedes-Benz è stata un fulmine a ciel sereno. Stiamo parlando della SLK, l'innovativa roadster di Stoccarda celebre per aver introdotto nel comparto delle scoperte il tettuccio rigido ripiegabile elettricamente. La analizziamo a fondo nel nostro "Car configurator", suggerendovi cosa controllare prima di un eventuale acquisto.

Cavalli imbizzarriti. La sezione "Supercar" è appannaggio di una delle migliori auto sportive di sempre, la Porsche Carrera GT. La linea, pulita ed essenziale, e la meccanica, derivata dall'esperienza nelle corse della Casa di Zuffenhausen, ne fanno la naturale rivale della Ferrari Enzo e della Lamborghini Murciélago.

A mano libera. La nostra "Timeline" illustrata profuma di prove speciali. Vi raccontiamo attraverso i disegni di quattro modelli l'evoluzione della Mitsubishi Lancer Evo. Dalla Evo I alla Evo VII, dieci anni di affinamenti e sviluppi che fanno della sportiva giapponese un punto di riferimento imprescindibile per gli appassionati di rally.

Grazie, nonno. Sul settimo numero di Youngtimer, per la rubrica "People" abbiamo avuto un'ospite d'eccezione: Elisa Artioli, la ragazza che nel 1995 ha dato il nome alla Lotus Elise. L'abbiamo incontrata a Verona, dove ci ha raccontato del rapporto speciale con il nonno Romano (all'epoca proprietario della Casa di Hethel) e con la sua S1 argento metallizzato.

TAGS youngtimer
Condividi
COMMENTI