Aste
16 gennaio 2019 | di Gilberto Milano

Quasi tremila auto all’asta nella settimana di Scottsdale

In corso a Scottsdale, in Usa, il primo dei grandi appuntamenti dell’anno dedicati alle auto da collezione. In vendita 2900 auto, distribuite in sei aste. Ecco una guida per seguirle.

È il Concorso di Eleganza di Scottsdale (Arizona) a chiamare a raccolta per primo ogni anno il popolo del collezionismo di auto storiche. Il mercato Usa delle auto storiche viaggia a gonfie vele e il sole di uno degli stati più affascinanti e caldi degli Stati Uniti in una stagione fredda è un richiamo irrinunciabile per numerosissimi collezionisti di tutto il mondo.

Primi fuochi di stagione. Irrinunciabile come quelli successivi di Amelia Island (Florida) in marzo e a Pebble Beach (California) in agosto, senza scordare gli appuntamenti europei di Parigi (inizio febbraio) e Goodwood (inizio luglio). Ma il primo ha sempre un richiamo diverso, forse più atteso dopo un mese di "astinenza" dovuto alle vacanze natalizie.

Agenda fitta. La settimana di Scottsdale in realtà è iniziata inizia due giorni prima, con la mega asta di Barrett-Jackson cominciata sabato scorso, che in nove giorni (dal 12 al 20 gennaio) metterà all’incanto ben 1800 auto. Le quali, sommate alle altre 1100 offerte da Bonhams (120 auto), Gooding & Co. (160 auto), RM Sotheby’s (183), Russo and Steele (563) e Worldwide Auctioneers (73) portano l’offerta complessiva di Scottsdale a 2900 vetture: più di 320 auto al giorno.

Senza riserva. Moltissime le auto offerte senza prezzo di riserva, una formula che fino a oggi ha premiato il mercato statunitense dove questa pratica è molto diffusa.Bonhams, per esempio, che in Europa è forse la casa d’aste con la minore offerta di vetture senza prezzo di riserva, ne propone addirittura 95 su 120, pari al 79% del totale. RM Sotheby’s è al 60% mentre Gooding & Co. si ferma al 52%.

Cavallino d'oro. Come al solito sono le Ferrari a tenere alto il livello delle quotazioni anche in terra americana. Nella Top Ten delle più care in vendita ne figurano ben nove (l’altra è una Maserati del 1951). E tutte davvero molto prestigiose, come dimostra l’elenco qui sotto. Gilberto Milano

OSSERVATE SPECIALI

1) Ferrari 250 GT Coupé Speciale, 1957
Stima d’asta: $ 11.000.000 – 13.000.000
RM Sotheby’s -
Un esemplare unico realizzato dalla mano felice di Pinin Farina per la regina del Belgio Lilian di Réthy.

2) Ferrari LaFerrari Aperta, 2017
Stima d’asta: $ 6.500.000 – 8.500.000
RM Sotheby’s
Il massimo delle prestazioni e della tecnologia su una spider stradale. Nel settembre 2017 all’asta Ferrari di Maranello un esemplare simile ha superato di poco i 10 milioni di dollari (8.300.000 euro).

3) Ferrari 275 GTB Prototipo, 1964
Stima d’asta: $ 6.000.000 – 8.000.000
Gooding & Co.
La prima 275 GTB costruita, utilizzata dalla Ferrari per i test e per lo sviluppo del modello di serie. Ha corso nel Rally di Montecarlo del 1966.

4) Ferrari 250 GT SWB Berlinetta, 1963
Stima d’asta: $ 6.000.000 – 8.000.000
Gooding & Co.
Una delle 96 SWB Berlinetta costruite in versione Lusso. Tra gli ex proprietari anche l’imprenditore italiano Carlo Bonomi e l’attore statunitense Nicolas Cage.

5) Ferrari 250 GT Tour de France Berlinetta, 1958
Stima d’asta: $ 5.750.000 – 6.500.000
Gooding & Co.
Diciannovesima di 36 esemplari era originariamente verniciata in bianco su nero. Ha vissuto e corso in Venezuela fino al 1980.

6) Ferrari 250 MM Spider Series II, 1953
Stima d’asta: $ 5.500.000 – 6.500.000
Gooding & Co.
Una delle dodici 250 MM Spider costruite da Vignale e una delle dieci Serie II. Ha corso esclusivamente in Usa dove è stata venduta da nuova.

7) Ferrari 500 Mondial Serie I Spider, 1954
Stima d’asta: $ 5.000.000 – 6.000.000
Bonhams
Realizzata da Pinin Farina, ha avuto tra i proprietari il playboy Porfirio Rubirosa e successivamente Johnny von Neumann, gentleman driver Usa, distributore Porsche e Ferrari in California, determinante nel convincere Enzo Ferrari a costruire la California Spider. Con questo esemplare hanno corso anche Richie Ginther e Phil Hill. Anche James Dean è stato tentato da questa vettura senza però acquistarla (vedi gallery).

8) Ferrari 288 GTO, 1985
Stima d’asta: $ 3.200.000 – 3.600.000
RM Sotheby’s
Un caso più unico che raro di vettura storica quasi a “km zero”. In 34 anni ne ha percorsi solo 4.670.

9) Maserati A6G/2000 Spider, 1951
Stima d’asta: $ 2.800.000 – 3.400.000
Bonhams
Uno dei soli tre esemplari realizzati dalla Carrozzeria Frua. Nel 2006 ha vinto il Trofeo Ruoteclassiche per il miglior restauro al Concorso d'Eleganza Villa d'Este.

10) Ferrari 275 GTB/4, 1967
Stima d’asta: $ 2.800.000 – 3.200.000
RM Sotheby’s
Raro esemplare nella combinazione cromatica Blu Ferrari per la carrozzeria e Pelle Bleu per gli interni. Uno dei più belli dei 330 prodotti.

Le grandi aste di Scottsdale: come, dove e quando. Barrett-Jackson (12-20 gennaio); Bonhams (17 gennaio); Gooding & Co. (18-19 gennaio); RM Sotheby’s (17-18 gennaio); Russo and Steele (17-20 gennaio); WorldwideAuctioneers (16 gennaio).

Condividi
COMMENTI