Aste
23 agosto 2018 | di Alberto Amedeo Isidoro

Monterey: la Porsche 959 sinistrata venduta sotto la stima

La Casa d'aste statunitense Mecum Auctions propone all'incanto di Monterey una Porsche 959 incidentata, ma marciante. La bagarre in sala è assicurata...

Icona per palati fini. Non ha certo bisogno di presentazioni: assieme all'eterna rivale Ferrari F40, la 959 è la supercar a tiratura limitata per eccellenza degli anni 80. Tra le caratteristiche tecniche più significative, il raffinato sistema di sovralimentazione (con due turbocompressori che lavorano a cascata, entrambi dotati di intercooler), le sospensioni a quadrilateri con doppi ammortizzatori a controllo elettronico e la trazione integrale permanente, un'innovazione a tutto vantaggio della sicurezza di guida che Porsche trasferirà sulle 911 a partire dalle serie 964. Per comprarla, negli anni 80, servivano ben 400.000 DM (oltre 300 milioni di lire). Oggi, una 959 in condizioni da concorso può valere più di 1.000.000 di euro.

L'esemplare all'asta. E per un esemplare incidentato? Molto meno.È il caso della vettura proposta da Mecum Auctions all'incanto californiano di Monterey, in programma da oggi fino a sabato 25 agosto. Sul sito internet della Casa d'aste, la 959 sinistrata (livrea argento metallizzato, interno in pelle color borgogna) è tra le main "Main Attraction". Il perché sia una delle principali attrazioni del catalogo, è presto detto: l'auto ha percorso meno di 6000 chilometri ed è una delle 294 versioni Komfort prodotte. La variabile del danno all'anteriore - che pare aver compromesso più la carrozzeria che la meccanica - è stata adeguatamente considerata dagli esperti della Casa, che dopo un'attenta analisi della vettura hanno dichiarato una stima d'asta di 450.000 - 550.000 dollari (390.000 - 476.000 euro). A corredo dell'articolo, oltre alle fotografie della vettura, un video diffuso da Mecum Auctions che la ritrae durante alcune manovre di prova.

Aggiudicata sotto la stima. Il weekend di aste a Pebble Beach si è concluso con la clamorosa vendita della Ferrari 250 GTO telaio n. 3413 del 1962, battuta alla cifra record di 48.405.000 dollari (circa 41.612.000 euro). La battaglia per l'aggiudicazione della Porsche 959 incidentata proposta da Mecum Auction, invece, si è risolta più in fretta del previsto. Contro ogni previsione, la vettura è stata aggiudicata per la cifra di 475.000 dollari: un valore piuttosto lontano dalla stima massima di 550.000 dollari diffusa dagli esperti della Casa d'Aste. La maggioranza dei potenziali acquirenti, evidentemente, ha nutrito più di qualche dubbio sull'entità delle riparazioni necessarie a riportare la supercar di Zuffenhausen all'antico splendore.

Condividi
COMMENTI