Aste
20 May 2019 | di Gilberto Milano

Aste: Bolaffi torna in pista

Stessa sede, stesso mese: dopo un anno la Casa d’aste torinese torna sulla “Pista” di Lainate (Milano) con un catalogo di 53 vetture d’epoca e tre lotti di automobilia. Appuntamento per venerdì 24 maggio.

Bolaffi torna a due passi dal Museo Alfa Romeo di Arese con una vendita all’asta di vetture d’epoca che mira a colpire l’interesse dei Millenial e dei loro padri. Le 53 vetture in catalogo spaziano infatti dagli anni ’50 al nuovo millennio, con un peso molto spostato sulle auto degli anni ’60. Tanto per dare un’idea, la più anziana è una Lancia Aurelia B20 GT Serie III 2.5 litri del 1953 (stimata 145.000 - 175.000 euro) mentre la più recente è una Porsche 911 997 GT2 Turbo del 2008 con soli 17.000 km percorsi da nuova (stimata 155.000 - 185.000 euro).

Nel mezzo quattro Alfa Romeo, tra cui una Giulietta Spider 1.3 1959, ex-Targa Florio (115.000 - 130.000 euro); altre sei Porsche, compresa una Porsche 911 E 2.4 Targa 1973 (120.000 - 150.000 euro); cinque Ferrari, tra le quali la top lot dell’asta, una Dino 246 GT del 1972 (300.000 – 330.000 euro), ancora con targa originale, una percorrenza da nuova di 40.000 km e il primo proprietario che l’ha tenuta fino al 2017.

Seguono cinque Mercedes, tra cui un Unimog 411 del 1959 (45.000-55.000 euro) considerato tra i meglio restaurati al mondo (sembra nuovo); altre quattro Lancia oltre la B20 GT di cui sopra, con in rilievo una Fulvia HF 1600 Gr.4 del 1970 ancora di proprietà del fondatore della scuola Rally C.S.A.I. (60.000 – 70.000 euro), e ben cinque Maserati, tra cui due Quattroporte, una del 1968 e una del 1980.

Il marchio più rappresentato è quello Fiat, con ben nove vetture. Tra queste, da evidenziare una 600 Coupé Viotti 1958 (25.000-30.000 euro); una Fiat Jungla 600 Savio del 1970 (15.000 - 20.000 euro) “spiaggina” nata su richiesta di Gianni Agnelli e prodotta solo in 3200 esemplari; una Fiat Dino 2000 Spider 1967 da restaurare, offerta senza riserva (40.000 - 55.000 euro); e una Fiat 1500 Siata TS del 1964 (25.000 - 30.000 euro) una rarità prodotta in pochissimi esemplari su disegno di Giovanni Michelotti.

Tra le più giovani da segnalare una Vw Golf GTI 1.6del 1981 (15.000 - 20.000 euro); una Lancia Delta Integrale 16V Evoluzione 1 del 1991 (50.000 - 60.000 euro); una BMW 2002 Turbo del 1974 (105.000 - 115.000 euro) e una 2002 Tii Alpina A4S del 1974 (95.000 - 105.000 euro).

Dei tre lotti di automobilia tocca invece segnalare un rarissimo Trofeo: la Targa Florio del 1921 consegnata a Giulio Masetti, vincitore dell’edizione di quell’anno della gara siciliana . Per lei una stima di 25.000 – 30.000 euro, destinati a incrementarsi.

Tutti i lotti sono esposti fino a venerdì 24 maggio, dalle 11 alle 19, presso “La Pista”, in Via Manuel Fangio, a Lainate (MI). L’incanto si terrà il 24 maggio a partire dalle ore 15.00. Qui il catalogo digitale da consultare online.

TAGS aste bolaffi
Condividi
COMMENTI