Eventi / News
30 dicembre 2015 | di Gilberto Milano

Automotoretrò 2016: in mostra i prototipi Bertone

Se ancora non è stata segnata in agenda, ecco un motivo in più per partecipare alla 34ma edizione di Automotoretrò, il primo grande evento nazionale dedicato alle auto d’epoca che si terrà al Lingotto Fiere di Torino dal 12 al 14 febbraio: in aggiunta a tutte le iniziative in programma ci sarà la possibilità di vedere in anteprima assoluta una decina di prototipi appartenenti alla Collezione Bertone.

Come noto, la collezione, composta da 79 vetture, è stata acquistata dall’Asi il 28 settembre scorso in un’asta on line molto combattuta (leggi qui). L’Automotoclub Storico Italiano è così diventato il nuovo proprietario di questo patrimonio stilistico italiano che però è ancora in attesa di una nuova collocazione. In pratica, non è ancora possibile per gli appassionati ammirare di persona i 79 gioielli raccolti sotto lo stesso tetto, tranne che per una decine di essi, che saranno esposti al Lingotto.

L’occasione offerta da Automotoretrò è infatti imperdibile. Da almeno due anni, da quando cioè è iniziata la procedura fallimentare delle società di Bertone che ne detenevano la proprietà, nessuno ha più potuto visitare il Museo di il Museo di Caprie. Non è ancora stato reso noto quali dei prototipi saranno esposti ad Automotoretrò.

Tra le altre novità della manifestazione, la celebrazione della Carrozzeria Vignale attraverso la presentazione della nuova Ford Mondeo Vignale. Lo stand Ford sarà allestito con fotografie e materiale iconografico della storica Carrozzeria fondata da Alfredo Vignale nel 1946. Inoltre, altre celebrazioni avranno come soggetto i 50 anni della Lamborghini Miura e dell’Alfa Romeo Duetto, i 70 anni della Vespa e gli 80 anni della Topolino.

Sedici gli stand dedicati alle due ruote, dove si potranno ammirare alcuni mezzi delle più famose case motociclistiche nazionali ed internazionali come: Ducati, Aprilia, MV Agusta, Gilera, Moto Guzzi, BMW, Triumph (presente con il Registro Storico), Royal Enfield, Norton e Maico.

Condividi
COMMENTI