Eventi
28 January 2019 | di Redazione Ruoteclassiche

Automotoretrò, al Lingotto l’Abarth fa Settanta

La trentasettesima edizione di Automotoretrò celebrerà i settant’anni dell’Abarth con una rassegna tematica. Non perdetela dal 1° al 3 febbraio...

C’è grande attesa tra gli appassionati per la trentasettesima edizione di Automotoretrò, che tra le attrazioni principali vanta quest’anno un’ampia rassegna dedicata all’Abarth. In mostra al polo fieristico del Lingotto, tra vetture da competizione e di serie, alcuni dei modelli più iconici nati sotto il segno dello Scorpione.

Uno Scorpione che fa battere il cuore. I modelli sviluppati internamente all’Abarth e quelli elaborati sulla base di vetture costruite da altre marche, Fiat su tutte, hanno scritto alcuni dei più gloriosi capitoli delle competizioni internazionali e, ancora oggi, sono vivissimi nell’immaginario collettivo. Apprezzate tanto dagli appassionati maturi (affezionati ai modelli del passato modificati per le corse) quanto da quelli più giovani (i cosiddetti millenial, che oggi vanno letteralmente matti per le 500 e le 124 “abarthizzate”), le vetture dello Scorpione hanno fatto sognare intere generazione di automobilisti.

Dietro le auto, un uomo da scoprire. Automotoretrò si prepara quindi a raccontare ai visitatori un’eccellenza dell’ingegneria italiana che ha fatto il giro del mondo, raccogliendo “proseliti” anche oltre i confini del nostro paese. Dopo la mostra di Automotoretrò, che potrete visitare da venerdì 1° febbraio a domenica 3 febbraio al Lingotto Fiere (clicca qui per acquistare il biglietto), avrete certamente una panoramica sufficientemente esaustiva della produzione dello Scorpione e - cosa forse ancor più importante – potrete ricavare una prospettiva inedita sull’uomo Carlo Abarth, figura tra le più controverse ed emblematiche che la storia e l’industria automobilistica ricordino.

La mostra sezione per sezione. Tra "Le Abarth dei record” sarà possibile ammirare alcuni esemplari unici che a cavallo degli anni 50 e 60 hanno conquistato numerosi primati mondiali di velocità. Il percorso espositivo si estenderà poi all’area intitolata “Le Abarth per tutti”, dove saranno esposte le utilitarie sportive derivate dalle comuni Fiat 500, 600 e 850. Le Sport Prototipo e Gran Turismo saranno invece protagoniste della terza sezione della mostra, "Le Abarth da sogno”. L’agenda della rassegna “Scorpione70”, infine, prevede numerosi incontri e dibattiti dove prenderanno la parola alcuni uomini Abarth del passato, testimoni d’eccezione di un’epoca fatta di coraggio, inventiva e grandi successi.

Condividi
COMMENTI