News
25 February 2020 | di Carlo Di Giusto

Coronavirus e auto storiche: Asi e AciSport sospendono le attività

Le misure di contenimento della diffusione del coronavirus covid-19 condizionano anche lo svolgimento delle manifestazioni per le auto storiche.

I casi delle infezioni di coronavirus rilevate nel nord Italia, principalmente in Lombardia e in Veneto, hanno indotto governatori e sindaci a introdurre severe limitazioni allo scopo di contenere la circolazione del coronavirus, in via cautelativa anche in zone dove non si sono registrati casi di contagio, ordinando "la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico". E dunque anche quelle legate al mondo delle auto classiche.

Asi: 30 giorni di sospensione. Nel primo pomeriggio di oggi, sempre nel rispetto delle indicazioni contenute nel decreto legge n.6 del 23 febbraio 2020 e delle diverse ordinanze delle autorità competenti locali emesse negli ultimi giorni, l'Asi ha comunicato di aver sospeso tutte "le proprie attività e manifestazioni culturali, ludiche e di socialità, sul territorio nazionale". Il provvedimento, si legge nel comunicato stampa, "viene articolato su un periodo di 30 giorni non per aggiungere allarmismo alla situazione già difficile per tutte le aree direttamente coinvolte - e non solo quelle - quanto per le necessarie attività organizzative e preparatorie di cui necessitano i nostri eventi e che richiedono sempre almeno alcune settimane preventive per la loro organizzazione efficiente ed in sicurezza".

Stop a tutte le gare. La stessa AciSport, l'organismo che disciplina le competizioni automobilistiche, ha diramato ieri un comunicato nel quale spiega che "in veste di Federazione nazionale per lo sport Automobilistico per conto dell’Automobile Club d’Italia (ACI), in ottemperanza al decreto-legge approvato dal Consiglio dei Ministri, e fatto proprio dal CONI, [...] a tutela dell’equità sportiva, [...] tutte le attività, gare e manifestazioni automobilistiche organizzate sotto l’egida federale sul tutto il territorio nazionale ed in calendario dal 24 febbraio all’1 marzo 2020 sono rinviate a data da destinarsi". Inoltre, si legge nella nota, "la Federazione sportiva si riserva la facoltà di provvedere ad ulteriori rinvii in base alle eventuali nuove disposizioni del Ministero della Salute e ulteriori ordinanze di carattere nazionale o regionale".

I primi rinvii. A farne le spese, dunque, sono per prime le manifestazioni in calendario nel fine settimana del 29 febbraio e primo marzo. A cominciare dalla Coppa Città della Pace, valevole per il Campionato Italiano Regolarità Auto Storiche, che slitta dal 29 febbraio al 27 marzo. Sospesa anche la Regolarità dei Colli Isolani, manifestazione di regolarità turistica inizialmente prevista per domenica 1 marzo, che invece si svolgerà domenica 15 marzo con il medesimo programma. Saltato anche l'attesa seconda edizione del raduno invernale Winter Panda organizzato dal gruppo Pandisti Camuni. Allo stesso modo, è stato sospeso anche il raduno Pandà in Maschera, in programma sempre il primo marzo a Massazza (BI). Agli inizi di marzo, infine, avremo contezza anche della sorte degli eventi e delle manifestazioni in calendario per il fine settimana del 7 e 8 marzo.

Condividi
COMMENTI