Fiat 127: un raduno speciale per i suoi primi 50 anni - Ruoteclassiche
Eventi
25 June 2021 | di Andrea Zaliani

Fiat 127: un raduno speciale per i suoi primi 50 anni

Andato in scena a Torino, da parco Valentino al Mauto, al meeting hanno partecipato numerose 127 prima serie. Tutte in forma smagliante, per nulla scalfite dal passare del tempo. Pensato per festeggiare un compleanno da ricordare, il raduno sarà presto replicato: dopo l'estate un nuovo appuntamento, in Sicilia, dedicato alla prima serie. Poi, un incontro aperto a tutte le generazioni

La Fiat 127 ha raggiunto il mezzo secolo di vita. Un traguardo degno di nota, da ricordare a dovere. Con un raduno speciale, per esempio. Un’idea messa in pratica, qualche settimana fa, dalla Fondazione Manzoni. Organizzato a Torino, il meeting ha voluto riunire alcuni selezionati esemplari della prima serie, per festeggiare nel migliore dei modi una vettura entrata di diritto nella storia dell’automobilismo italiano. Così, sulle sponde dell’incantevole parco Valentino si sono dati appuntamento i proprietari di ben quaranta esemplari, provenienti da tutt’Italia e non solo.

All’insegna della passione. Archiviate le classiche presentazioni reciproche, in un clima molto conviviale, la “carovana” si è mossa compatta in un tour cittadino alla volta del fulcro dell’incontro, il Mauto. Una location particolarmente adatta per posteggiare ed esporre la propria Fiat 127, ammirare quella degli altri e scambiare racconti su esperienze vissute e ricordi particolari, strettamente connessi alla festeggiata. In momenti così condividere a pieno l’amore per le quattro ruote, con persone che parlano la tua stessa lingua, diventa un grande piacere. Il tempo vola senza accorgersene, in quanto ci si ritrova ad assaporare ogni frangente, per farne dei ricordi preziosi da custodire nel cuore. E tra quest’ultimi i partecipanti hanno potuto inserire anche un’interessante expertise: una visita guidata all’interno del Museo dell’Automobile. A tal proposito, risulta doveroso ricordare che è stata da poco inaugurata “Che Macchina! 1971-2021 Pio Manzù e i cinquant'anni della 127”. Una mostra visitabile per tutta l’estate, fino al 5 di settembre.

Nuovi appuntamenti in vista. Soddisfatta per la riuscita ottimale del raduno, l’organizzazione è rimasta piacevolmente sorpresa per l’effettivo livello dei modelli presenti, in condizioni impeccabili. Due casi su tutti hanno attirato l’attenzione, a partire da una Fiat 127 verde lago del 1971. Uno dei primissimi modelli usciti dagli stabilimenti, perfettamente restaurato e dal fascino antico. Storia degna di nota anche quella di una coppia che, con le rispettive 127, entrambe blu, hanno guidato da Praga fino a Torino. E per essere matematicamente certi di non soccombere a problemi strada facendo, hanno richiesto il supporto di un paziente e benevolo familiare che li ha seguiti a stretto giro, con un furgone dotato di vari pezzi di ricambio. Se non è passione questa… In chiusura, vi anticipiamo i prossimi appuntamenti dedicati: a ottobre si svolgerà in Sicilia un ulteriore raduno, riservato alle 127 prima serie. Successivamente (in un timing ancora da definire) prenderà vita pure un incontro aperto a tutte le generazioni. In altre parole, ne vedremo delle belle.

Condividi
COMMENTI