Eventi
11 September 2020 | di Redazione Ruoteclassiche

Mazda a Milano AutoClassica: ecco l’anteprima!

Appuntamento a Milano AutoClassica il prossimo 26 settembre per celebrare tutti insieme il centenario Mazda.

100 Mazda x 100 Anni è il nome del raduno che si svolgerà sabato 26 settembre all'interno della Fiera di Milano Rho. Ci avete già scritto in tanti, grazie, ma continuate a farlo, perché vogliamo raccontare questi 100 anni di innovazione e piacere di guida con la più vasta varietà possibile di modelli: l'indirizzo è eventi@ruoteclassiche.it. Ma attenzione: tra le 100 vetture ammesse, non vogliamo solo MX-5! Portateci le vostre compatte come le 323 e Mazda 3, le piccole, come la 121, o le monovolume, dalla Demio alla MPV. Dai, fateci vedere anche i suv come CX-30, CX-5 e CX-7 o i robusti pick-up come il B-Series. Berline? Station Wagon? Si, grazie! Insomma, qualsiasi modello di qualsiasi epoca è il benvenuto, basta che sia una Mazda. Del resto, le feste sono più belle quando si è in tanti…

Appuntamento con la storia. Il raduno con le 100 Mazda si svolgerà nelle aree esterne, mentre all’interno della fiera, subito dopo l'ingresso principale, sarà allestita una piccola esposizione con i modelli più significativi. Un allestimento dedicato renderà scenografico questo spazio di 150 mq: qui saranno esposte 6 vetture che raccontano i momenti più significativi dell’evoluzione Mazda: dalla Cosmo, la prima Mazda con motore rotativo Wankel del 1967 alla MX-5 100th Anniversary, che celebra il centenario della Casa di Hiroshima. Ecco i modelli esposti:

Mazda MX-5 Miata V-Special (Euro). La V-Special è la prima versione speciale della Mazda MX-5 in Italia (150 esemplari). La variante europea (con guida a sinistra) viene presentata nel 1991 e si caratterizza per il raffinato abbinamento della verniciatura verde inglese “Neo Green” (colore allora non disponibile in gamma) con l’interno in pelle “tan”. Questa versione pone l’accento sull’eleganza, ma non mancano tocchi di sportività come il volante in pelle Momo o particolari distintivi come i battitacco cromati e con logo Mazda. La MX-5 V-Special offriva una ricca dotazione di serie che includeva il differenziale autobloccante e l’hardtop in tinta con la carrozzeria (senza sbrinatore).

Mazda Cosmo. La Mazda Cosmo debutta in forma di concept car al Salone di Tokyo del 1964. Oltre alla linea ispirata alle suggestioni della “Corsa allo Spazio”, la nuova coupé monta in anteprima il primo motore rotativo Wankel destinato alla produzione su larga scala. Nel 1967 la Mazda Cosmo Sports di serie inaugura una fortunata serie di modelli a motore rotativo, divenuto nel tempo un vero e proprio marchio di fabbrica per la casa di Hiroshima. Il motore della Cosmo, indicato come “L10A” ha due rotori per 982 cm3 di cilindrata complessiva e una potenza di 110 CV. Alla luce di questo dato, il modello prende il nome di Mazda Cosmo Sports 110S. L’anno successivo la potenza cresce fino 128 CV e il cambio guadagna la quinta marcia: la Mazda Cosmo sfiora così i 200 km/h. Nel 1968, per dimostrare l'affidabilità del motore rotativo, la Mazda Cosmo Sports partecipa alla “Marathon de la Route”, un’estenuante gara di durata di 84 ore al Nürburgring. La Cosmo conclude la competizione con un quarto posto assoluto.

Mazda MX-3. La Mazda MX-3 nasce nel 1991. Coupé compatta dalle linee affusolate, la MX-3 viene venduta con marchi e denominazioni diverse secondo i mercati di riferimento. In Canada è nota come Mazda MX-3 Precidia; tra il 1992 e il 98 in Giappone viene commercializzata come Eunos Presso, Autozam AZ-3 e Mazda AZ-3. In Australia, invece, fino al 1996 è proposta semplicemente come Eunos 30X e successivamente come Mazda-Eunos 30X. La MX-3 è disponibile con motori a benzina 1.5, 1.6 e 1.8, ma la principale peculiarità del modello sta nel motore di 1,8 litri: è il V6 stradale più compatto al mondo. Come da tradizione, la Mazda Mx-3 garantisce un handling eccellente e prestazioni ai vertici della categoria: la 1.8 V6 supera i 200 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 8,4 s.

Eunos M2-1001 Cafe Roadster Limited. La M2 1001 è una versione a tiratura limitata (300 esemplari) realizzata dalla M2, società spin-off della Mazda delegata allo sviluppo di modelli speciali. La M2 1001 si caratterizza per una serie di dettagli che ne esaltano l’indole sportiva. Ecco quindi i paraurti e gli specchietti specifici, lo spoiler posteriore e infine un tappo di rifornimento d'alluminio e il rollbar in bella vista. All’interno, sedili sportivi, rivestimenti semplificati e numerosi dettagli d'alluminio. Strumentazione con cornici cromate, volante a tre razze e pedaliera d'alluminio completano la dotazione specifica. L’assetto ha tarature più rigide. La cura M2 interessa anche il motore da 1,6 litri da 130 CV, elaborato con nuovi pistoni, albero a camme, volano alleggerito, scarico aggiornato da HKS Japan, mentre la trasmissione si avvale del differenziale autobloccante Torsen. A Milano AutoClassica sarà presso il nostro stand.

Mazda RX-7 FD. La Mazda RX-7 è la sportiva a motore rotativo più venduta al mondo, con oltre 800.000 unità. Prodotta in tre serie tra il 1978 e il 2002, la RX-7 esalta i principi cardine del marchio, l’innovazione tecnica e il piacere di guida. La serie FD viene commercializzata a partire dal 1992 e si fa apprezzare immediatamente per la ripartizione dei pesi ottimale e un motore dalle prestazioni molto elevate. Nella sua prima configurazione, da 239 CV raggiunge i 250 km/h e tocca i 100 km/h in soli 5,3 s. Dati che nei primi anni 90 sono appannaggio di sportive blasonate (e molto più costose). Secondo gli appassionati, la serie FD rappresenta la Mazda RX-7 “definitiva”, nonché una delle migliori vetture mai prodotte dalla Mazda.

Mazda 323 GTR. La Mazda 323 GTR è la più estrema delle varianti a trazione integrale della Mazda 323. La GTR è un’evoluzione della 323 GTX, spinta da un potente motore turbo e con trazione integrale. Prodotta dal 1992 al 1994, è immediatamente riconoscibile per il paraurti anteriore più pronunciato, che integra due grandi fari supplementari. Rispetto alla GTX, sulla GTR la potenza cresce da 166 a 185 CV, mentre l'assetto è ribassato di 10 mm con barre antirollio maggiorate. La sofisticata trasmissione della 323 GTR prevede una ripartizione della coppia del 47% all’anteriore e del 53% al posteriore, gestita da un differenziale centrale epicicloidale con giunto viscoso Ferguson e uno posteriore autobloccante.

Mazda MX-5 100th Anniversary Special Edition. La MX-5 Miata 100th Anniversary Special Edition è l’edizione celebrativa realizzata per il centenario della Mazda. Si caratterizza per la carrozzeria verniciata di bianco perla (Snowflake White Pearl Mica), con dettagli di colore rosso. All’interno, la pelle rossa che riveste l’abitacolo richiama i rivestimenti della Mazda R360, la prima e fortunata automobile prodotta in serie dalla Casa di Hiroshima. Altri dettagli distintivi del modello sono i loghi “100th Anniversary” applicati sulla carrozzeria, sui tappetini e sui coprimozzi delle ruote da 17”. La MX-5 100th Anniversary viene consegnata con un portachiavi in pelle dedicato. Questa speciale configurazione si basa sull’allestimento top di gamma Grand Touring (non importato in Italia). Il corredo tecnico prevede il motore 2.0 quattro cilindri SkyActiv da 184 CV e 205 Nm di coppia e un assetto sportivo Bilstein. A scelta la trasmissione: manuale abbinata al differenziale autobloccante oppure automatica.

Condividi
COMMENTI