Regolarità
16 maggio 2019 | di Alberto Amedeo Isidoro

Mille Miglia 2019, conclusa la prima tappa

Si è conclusa la prima tappa della Mille Miglia. Ecco le immagini che abbiamo raccolto durante il percorso e gli equipaggi più in forma.

Ha preso il via ieri pomeriggio, alle 14.30, la trentasettesima rievocazione storica della Mille Miglia, la "corsa più bella del mondo" che si svolse in forma di gara di velocità in ventiquattro edizioni tra il 1927 e il 1957. Oggi la cavalcata Brescia-Roma e ritorno si è trasformata in una gara di regolarità, ma il fascino, il prestigio e l'entusiasmo percepiti lungo il percorso sono gli stessi di un tempo.

Il pre-gara. Brescia ha visto concludersi l'ultimo round di verifiche tecniche e sportive nella mattinata di ieri, al Brixia Forum, e poi le ultime operazioni di punzonatura, in piazza della Vittoria. Qui abbiamo incontrato i top driver che lotteranno per aggiudicarsi la vittoria finale, su tutti Andrea Vesco e Andrea Guerini e Giovanni Moceri e Daniele Bonetti. Entrambi gli equipaggi guidano un'Alfa Romeo a 6 cilindri anteguerra: i primi una 6C 1750 SS Zagato, i secondi una 6C 1500 SS.

Paesaggi mozzafiato. La prima tappa della Mille Miglia si è svolta senza particolari impedimenti, nonostante il meteo, freddo e incerto fino alla tarda serata. I passaggi sul lungolago, a Desenzano e a Sirmione, hanno regalato le ali di folla più belle e festanti, mentre il Parco Giardino di Sigurtà ha accolto gli equipaggi in un'atmosfera surreale, coi suoi sconfinati prati verdi e i suggestivi, strettissimi sentieri ciottolati.

Alfa Romeo vs Bugatti. Dopo la chiusura della prima tappa a Cervia, questo il podio virtuale: primi Andrea Vesco e Andrea Guerini (13833 punti), secondi Giovanni Moceri e Daniele Bonetti (con un distacco di 368 lunghezze), terzi i vincitori della Mille Miglia 2018, gli argentini Juan Tonconogy e Barbara Ruffini su Bugatti Type 40 del 1927 (con un ritardo di 644 punti rispetto a Vesco-Guerini).

Condividi
COMMENTI